Stasera in tv: vintage col “Frankenstein junior” di Mel Brooks

Ed è vintage prenatalizio su Rete 4! Questa sera, alle ore 23:55, la rete Mediaset trasmetterà il film, del 1974, “Frankenstein junior” (titolo originale “Young Frankenstein”). La pellicola, diretta da Mel Brooks, è interpretata da Gene Wilder, Peter Boyle e Marty Feldman. Parodia non solo dell’omonimo romanzo di Mary Shelley ma anche delle pellicole horror dedicate al tema della creatura, il lungometraggio è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Durata: 106 minuti.

Frederick, nipote del dottor Frankenstein, è piuttosto pessimista riguardo la questione della propria ascendenza. Ereditato, però, il castello degli avi, vi si reca. Lì trova Ygor, il gobbo assistente del dottore. Così, anche la discendenza di Frankenstein inizia a ripetere gli esperimenti del nonno dando vita ad una nuova creatura

Non un horror, come potrebbe sembrare dal titolo affatto enigmatico ma una piccola perla del genere comico che è presto diventato un cult. Il film, di sottogenere parodico, è la riuscitissima presa in giro dei grandi horror frankesteiniani della Universal. A tal proposito e con una cura formale studiatissima, il lungometraggio è stato montato, proprio come i celebrati avi, su una pellicola in bianco e nero. Mel Brooks ha avuto il gran merito di capire che per creare una parodia riuscita doveva ricreare fedelmente atmosfere e situazioni dei film di partenza: e così il lungometraggio si fregia di inquadrature quasi espressioniste e di ambientazioni fumose come nello stile dei celebri capostipiti. Tantissimi i riferimenti espliciti a famose sequenze del passato che i cinefili più attenti si divertiranno a riconoscere. Spettacolare anche il cast, perfetto nel ruolo e che si si riconosce negli usi dei grandi horror del passato. Il risultato è un’opera memorabile dall’umorismo devastante.

Valentina Carapella