Mamme single in aumento: una su cinque non ha marito

Sono sempre di più le donne che partoriscono senza un uomo accanto. Nel giro di un quinquennio a Milano , dicono le statistiche dell’ospedale materno-infantile Mangiagalli, in un caso su 5 la madre non dichiara il partner.

Sono 1.298 le mamme fermamente decise a crescere un figlio che porta il loro stesso cognome senza l’aiuto di un uomo al loro fianco. Per scelta o per caso, le madri single sono aumentate del 7% rispetto allo scorso anno.

Delle donne single, la clinica rivela che 939 (il 72,3%) sono di nazionalità italiana con un’età media di 35 anni. Le straniere, invece, sono 359 (27,7%) con in media 31 anni . «È una rilevazione che facciamo soltanto da qualche anno – spiega in un incontro con la stampa BasilioTiso, direttore medico di presidio della Mangiagalli, struttura della Fondazione Irccs Policlinico. Il dato si riferisce a quello che le donne dichiarano quando partoriscono. In teoria hanno altri 10 giorni di tempo per cambiare idea e dichiarare il partner».

Ma nel bilancio annuo della clinica Mangiagalli vengono messi in evidenza anche dei piccoli problemi <<Abbiamo sfiorato i 7 mila parti, non ce la facciamo più. Siamo arrivati al tetto massimo. Serve una nuova Mangiagalli, abbiamo bisogno di un nuovo ospedale che non ci costringa più a chiudere le accettazioni una volta a settimana>>.

I periodi caldi sono i mesi delle ferie estive e le feste natalizie dov’è possibile trovare lettini volanti e mamme in corridoio. Ma a metà gennaio arriveranno 32 nuovi posti letto misti in 16 stanze e la clinica potrà finalmente tirare un sospiro di sollievo. Ma i lavori di ristrutturazione non finiscono qua. Grazie all’intervento della Regione Lombardia, la terapia intensiva neonatale avrà 8 posti letto in più per un totale di 83 posti letto che renderanno la Neonatologia della Mangiagalli la più grande d’Europa. I lavori, che inizieranno a gennaio 2011, dovrebbero concludersi a Pasqua, mentre il nuovo ospedale sarà pronto nel 2015.

Daniela Ciranni