Milan, un Galliani sereno guarda già al 2011: “Mi auguro che si vinca qualcosa”

Il Milan sta per concludere il suo 2010 da Dottor Jekyll e Mr Hyde. Nei primi sei mesi la squadra rossonera ha infatti chiuso con un anonimo 3° posto il suo anno sabbatico con Leonardo allenatore. L’altra metà dell’anno che sta per finire ha visto invece in testa alla classifica la squadra di Ibrahimovic ed Allegri. Di tutto questo ha parlato con Sky Adriano Galliani, che ha anche fatto qualche accenno al 2011 che sta per arrivare, ed ai traguardi che il Milan dovrebbe raggiungere.

“UN BUON 2010 PER IL MILAN” – L’intervista con i giornalisti di Sky ha visto Galliani fare un primo bilancio sul 2010 che sta per concludersi. “E’ stata un’annata molto buona per il Milan fino alla gara contro il Napoli– ha dichiarato l’Ad rossonero, che poi ha aggiunto –Se in quella partita non si fossero fatti male Nesta e Pato, sono convinto che avremmo lottato fino alla fine per lo scudetto con l’Inter. Siamo comunque arrivati terzi, qualificandoci così direttamente alla fase a gironi della Champions League. La seconda parte dell’anno è andata invece benissimo, visto che siamo primi in Campionato ed in lizza su tre fronti“.

GALLIANI SU IBRA ED ALLEGRI – Successivamente Galliani ha parlato di Ibrahimovic e di Allegri con i cronisti del canale satellitare. Sul nuovo bomber del Milan il dirigente rossonero ha espresso questo commento: “Ibra potevamo prenderlo già nel 2006; allora però non lo abbiamo più preso per i motivi che tutti conosciamo; non pensavo di prenderlo quest’estate, visto che il Barcellona aveva speso tanto per lui, e visto anche che era lì da solo un anno; tra Maggio e Giugno è però arrivato Raiola, che mi disse che c’era la possibilità di acquistarlo; da quel momento abbiamo cominciato a lavorare per prenderlo“. Sull’ex-tecnico del Cagliari Galliani ha invece detto che “L’ho proposto io al presidente Berlusconi, che mi ha dato l’ok per ingaggiarlo; Allegri ha sempre avuto per me le caratteristiche giuste per allenare il Milan, visto che è un buon allenatore ed anche un buon comunicatore con i media; è stato difficile convincere Cellino a liberarlo, e sono convinto che se non avessi avuto questo rapporto di amicizia stretto con il presidente del Cagliari, lui l’avrebbe tenuto fermo per tutta la stagione“.

“SPERO DI VINCERE QUALCOSA NEL 2011” – Le ultime parole prima di congedarsi con i cronisti di Sky Galliani le ha utilizzate per fare i consueti auguri per le feste natalizie, ma anche per delineare qualche obiettivo del Milan per il 2011 che sta per arrivare. “Mi auguro che dopo tre anni si vinca qualcosa– ha detto Galliani, aggiungendo poi – Alla fine dell’anno tutti abbiamo grandi speranze, e speriamo che si verifichi questa cosa. Lo auguro di cuore ai nostri tifosi“.

Simone Lo Iacono