Steven Soderbergh progetta il ritiro dal mondo del cinema?

Il regista Steven Soderbergh potrebbe smettere di lavorare nel mondo del cinema tra pochi anni, intorno al 2015.

Soderbergh due anni fa aveva parlato per la prima volta dell’eventualità di interrompere il suo lavoro dietro la macchina da presa. In una recente intervista con il Los Angeles Times, l’attore Matt Damon ha confermato che il regista, con cui ha lavorato sul set di diversi film come ad esempio Oceans’ eleven, starebbe seriamente valutando la possibilità di interrompere la sua attività. Damon spiega che il regista di film recenti come Che o The Informant, sarebbe “esausto” del suo lavoro.

Steven Soderbergh potrebbe quindi ritirarsi in occasione del suo venticinquesimo anniversario dell’inizio della sua carriera, all’età di cinquantuno anni.

Matt Damon ha inoltre aggiunto che nel futuro del filmaker dovrebbero esserci ancora due progetti: Liberace, di cui lui stesso dovrebbe essere protagonista, e un nuovo film con l’amico George Clooney (forse The Man from U.N.C.L.E.) prima di dedicarsi ad un’altra passione, quella della pittura.

In risposta alle dichiarazioni dell’attore, Soderbergh ha dichiarato: “Sto semplicemente annunciando il mio ritiro presto così tutte le varie organizzazioni cinematografiche possano preparare i loro premi alla carriera“.

Tra i progetti più discussi ed attesi di Soderbergh c’è quello di un musical in 3D dedicato alla vita di Cleopatra. Nel 2009 la realizzazione dell’ambizioso progetto sembrava essere una certezza e lo stesso regista indicava Catherine Zeta-Jones e Hugh Jackman come protagonisti del film, la cui colonna sonora sarebbe stata molto rock.

In un’intervista con Esquire aveva infatti dichiarato: “Voglio che sia come un musical di Elvis. Divertente, non serio. Ho sempre voluto fare un musical e sono rimasto deluso dai musicals più recenti“. Soderbergh spiegava inoltre che sentiva la nostalgi dei musical del passato e delle scelte tecniche e stilistiche che presentavano sullo schermo, oltre al fatto che riteneva che il genere musicale fosse pronto per l’utilizzo del 3D.

Cleo, questo il nome del film, non è ancora entrato in fase di pre produzione e, secondo alcune riviste del settore, potrebbe essere realizzato nel 2011 ed essere distribuito l’anno successivo. Non si parla, però, delle eventuali conferme degli attori protagonisti.

Beatrice Pagan