Padre accoltella figlia, arrestato, chiede: “Sono riuscito a ucciderla?”


Orrore nell’orrore ad Agnadello, centro di Cremona: un padre ha accoltellato gravemente sua figlia, chiedendo ai carabinieri che lo hanno arrestato se fosse riuscito effettivamente ad ucciderla.

Si chiama Mostafa Amani e ha 54 anni il marocchino arrestato per aver accoltellato sua figlia, una donna di 32 anni, che risulterebbe non in pericolo di vita.

È accaduto ieri sera, verso le 19,30: l’uomo, operaio vedovo, ha accoltellato la figlia 32enne per quattro volte all’addome, al costato e alla schiena. Nonostante le coltellate, la vittima è riuscita a districarsi dalla morsa del carnefice, è corsa in strada, ma si è accasciata dopo qualche attimo, svenendo sull’asfalto. Il personale del 118 e i militari l’hanno soccorsa, su segnalazione dei vicini, mentre i carabinieri hanno rapidamente rintracciato e arrestato l’uomo: era all’ospedale di Crema, Cremona, dove era stato medicato per diverse ferite che si era procurato, probabilmente, durante la colluttazione con sua figlia.

Ha anche tentato un’inutile fuga, ma sono riusciti a bloccarlo nel parcheggio. In quel preciso istante, all’atto della cattura, l’uomo avrebbe chiesto con raggelante curiosità ai militari: “Sono riuscito ad uccidere mia figlia?”.

Secondo quanto spiegato dai carabinieri, l’uomo era ubriaco e rimproverava alla figlia alcune frequentazioni che non gradiva particolarmente. Si parla, soprattutto, di una relazione con un connazionale sposato. In preda ai fiumi dell’alcol, il marocchino avrebbe rimproverato più volte la donna anche perché non aveva ancora servito la cena.

Rimasto vedovo, l’operaio era sempre più geloso della figlia, e temeva che potesse abbandonarlo. Ieri sera, prima di accoltellarla per quattro volte, l’aveva anche picchiata, provocandole diverse tumefazioni.

La vittima è stata soccorsa dai vicini che hanno chiamato il 118 e, una volta portata in ospedale, è stata operata. Il padre, invece, rintracciato all’ospedale di Crema, è ora rinchiuso nel carcere di Cremona.

Prima di ieri sera, non risultava noto alle forze dell’ordine per episodi violenti, né era pregiudicato.

Carmine Della Pia