Primo appuntamento: meglio essere uomini d’altri tempi o uomini d’oggi?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:45

Il giorno del primo appuntamento è particolare non solo per le donne che si ritrovano alle prese con la scelta dell’abito giusto e con la propria fantasiosa immaginazione, ma anche per gli uomini. I maschietti hanno a che fare con un dilemma ben preciso che, spesso e volentieri, sembra esser privo di risposta: bisogna essere “cavalieri”? Se sì, fino a che punto?

Per molti uomini la questione costituisce un vero e proprio problema. Un esempio dell’entità della problematica? Come si dovrebbe comportare un uomo nel momento in cui il cameriere arriva al tavolo del locale in cui è seduto insieme ad una donna con il conto? È giusto che sia lui a pagare anche per lei oppure no? Il problema è più difficile di quanto sembri: se l’uomo in questione dovesse pagare il conto senza ascoltare le richieste della donna di dividerlo per due, quest’ultima potrebbe avvertire una sorta di “offesa”nei confronti della propria emancipazione. Insomma, se l’uomo e la donna fossero davvero uguali e dopo tutte le lotte femministe che si sono susseguite nel secolo scorso… perché l’uomo dovrebbe sentirsi ancora costretto a pagare il conto della donna con cui esce insieme? Il dubbio è legittimo, ma probabilmente la risposta è più semplice di quanto possa sembrare: gli uomini e le donne non sono affatto uguali. Chi parla di “parità dei sessi” intende dire che uomo e donna dovrebbero essere giudicati ad un livello paritetico dal punto di vista giuridico, sociale e professionale. La parità dei sessi non coinvolge la sfera dell’intimità fra uomo e donna, che sono indubbiamente due entità che vanno considerate come pari ma assolutamente non come simili!

Morale della favola: l’uomo deve sentirsi in dovere, nel giorno di un primo appuntamento con una donna, di andarla a prendere a casa, di pagare il conto al ristorante e di aprirle la porta entrando per primo all’entrata del locale in cui si recheranno? Assolutamente sì! La cavalleria non passerà mai di moda, ma bisogna ricordarsi di non esagerare. Troppo zelo può essere imbarazzante per una donna ed un comportamento eccessivamente galante potrebbe essere frainteso e sembrare servile agli occhi di una ragazza. I latini dicevano che “in medio stat virtus”, e avevano ragione: viva la galanteria, ma occhio alle esagerazioni!

Martina Cesaretti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!