Agrigento, Babbo Natale incontra i piccoli degenti in Pediatria

In questi giorni di feste sono molti i bambini che si trovano ricoverati nelle strutture ospedaliere italiane, e che stanno quindi passando il Natale in reparto invece che con serenità nelle loro case.

La vigilia di Natale ad Agrigento, i bambini ricoverati nel reparto di Pediatria del San Giovanni di Dio hanno ricevuto una bellissima sorpresa, dimenticandosi per qualche istante di essere in ospedale. Gli operatori della Croce Rossa di Agrigento, capitanati da un simpatico Babbo Natale con tanto di barba bianca, hanno fatto loro una visita alquanto speciale e inaspettata: hanno donato poi ai piccoli degenti regali (giocattoli di ogni tipo, peluche, modellini,costruzioni, puzzles etc.), caramelle, palloncini colorati e piccoli panettoni. L’iniziativa, organizzata dal comitato cittadino della Croce Rossa, ha visto la partecipazione dei Volontari e dei giovani Pionieri, i quali, tutti insieme, hanno voluto rendere speciale il Natale dei piccoli ammalati dell’Ospedale agrigentino.

L’idea – ha detto il commissario provinciale della Cri di Agrigento, Angelo Vita è nata grazie alla fusione di idee tra i Pionieri e i Volontari del soccorso. Abbiamo così, in pochi giorni, organizzato questa visita ai bambini meno fortunati di altri, che dovranno trascorrere uno dei momenti più belli dell’anno in un letto d’ospedale”. Presenti anche la presidentessa del comitato femminile della CRI di Agrigento Giuseppina Scimè Incardona e il primario del reparto di Pediatria del San Giovanni di Dio, il dott. Giuseppe Gramaglia.

“Come prima cosa – afferma il dott. Gramaglia – vorrei ringraziare tutte le associazioni Onlus, e la Croce Rossa in particolar modo, che ogni anno si ricordano del reparto di Pediatria dell’Ospedale di Agrigento. Mi fa piacere che ci sia questa sensibilità nella nostra città: sono, infatti, 4 o 5 giorni che vengono organizzate iniziative del genere che sono molto importanti per tutti i bambini che si trovano a dover trascorrere il Natale sul letto di un Ospedale, i quali oggi, grazie alla Croce Rossa, possono tornare a sorridere”.

L’offerta dei doni ai piccoli pazienti e lo scambio di saluti e auguri con medici e infermieri che prestano servizio nel reparto hanno entusiasmato e rasserenato i piccoli ricoverati per malattie ed interventi.

Adriana Ruggeri