Animali domestici, allarme obesità per le feste

Natale e Capodanno sono sinonimo di grandi abbuffate per tutti noi, ma anche per i nostri animali domestici. Le tavole imbadite a festa di questi giorni aumentano fortemente il rischio di “mettere su” qualche chilo di troppo, sia per noi sia per i nostri amici a quattro zampe.

Proprio durante le festività natalizie, il rischio obesità di cani e gatti aumenta a dismisura. A causa dello scarso movimento e del maggior numero di “avanzi” e scarti alimentari, secondo l’Aidaa (Associazione italiana per la difesa di animali e ambiente), i nostri animali da compagnia rischiano davvero di prendere troppi chili con rischi per il loro benessere e la loro salute. A tale proposito l’Aidaa consiglia ai padroni di fare maggiore attenzione all’alimentazione di cani e gatti già in sovrappeso, cercando di evitare di sottoporre loro cibi particolarmente nutrienti e cercando al tempo stesso di approfittare del tempo libero delle feste per concedersi e conceder loro delle lunghe passeggiate all’aria aperta.
 
In generale, bastano alcune semplici regole: prima di tutto, è consigliabile sottoporre il proprio cucciolo a una visita di controllo dal veterinario prima del fatidico cenone,  per poter stabilire quanto e cosa potrà mangiare nelle feste natalizie. Dopodichè, tenere sotto controllo la quantità di calorie somministrate e stare attenti ai grassi ed alle etichette dei cibi per poter bilanciare correttamente la loro alimentazione anche nei giorni successivi alle grandi abbuffate, per curare il pericolo di sovrappeso. Non tutti i cibi che noi consumiamo sono adatti agli animali: cioccolato e caffè, ad esempio, sono potenzialmente tossici per il cane, e anche le cipolle possono essere pericolose per gatti e cani, insieme ad aglio, uvetta e alcolici. Non esiste una dieta perfetta, ma ciò che conta è che non dovranno mancare proteine, grassi, carboidrati e fibre.

Secondo Lorenzo Croce, presidente dell’Aidaa, «è importante evitare eccessi alimentari per i cuccioli nelle giornate di festa, specialmente in queste feste natalizie il cui pranzi, cene e banchetti vari si susseguono con ritmi alti come mai negli altri periodi dell’anno. Questo non vuol dire che non si possa cucinare per loro qualche gustoso pranzetto, ma anche in questo caso è sempre meglio chiedere consigli al proprio veterinario e controllare grassi e calorie per evitare che gli amici già soprappeso scivolino nell’obesità».

Adriana Ruggeri