Grande Fratello 11: Massimo Scattarella in studio, anche David e Pietro avrebbero bestemmiato

Si preannuncia una serata burrascosa per Alessia Marcuzzi: il Grande Fratello dovrà giustificare ciò che l’ex concorrente della scorsa edizione Massimo Scattarella ritiene un trattamento impari, totalmente ingiusto. Ancora al centro delle polemiche sarà la bestemmia pronunciata dal concorrente, ancora in gara, Matteo il quale è stato graziato dai “piani alti” in virtù del fatto che la sua imprecazione, seppur offensiva e poco decorosa, è stata valutata meno grave ed in totale buona fede rispetto a coloro che si sono resi partecipi del medesimo atto nelle edizioni precedenti pagando l’errore con l’esclusione immediata dal gioco.

L’anno scorso era toccato proprio al Pit Bull di Bari Vecchia che, nonostante le reiterate scuse profuse in seguito alla bestemmia pronunciata, non ha potuto godere della medesima clemenza che è stata invece accordata al bel Matteo che potrebbe cavarsela con la semplice nomination d’ufficio.
Scattarella è assolutamente deciso a far valere le proprie ragioni chiedendo a gran voce che la legge severa, che aveva condotto alla sua espulsione, valga quindi per tutti. La sua proposta al fine di ristabilire giustizia è che Matteo esca dalla casa di Cinecittà, in caso contrario Massimo pretende di poter entrare nuovamente come concorrente ufficiale.

Pare inoltre, secondo indiscrezioni più o meno confermate, che Matteo non sia stato l’unico concorrente ad aver proferito una bestemmia nell’arco di questa undicesima edizione del reality: sulla rete circolano infatti filmati che mostrano altri due concorrenti bestemmiare, rispettivamente David Lyoen e Pietro Titone. Chissà se il Grande Fratello deciderà di prendere in considerazione la situazione nella sua totalità; nel caso si decidesse per un intervento giusto e coerente la nota abitazione capitolina rischierà seriamente di restare disabitata.

Un plauso alle donne, di ogni edizione, che non sono mai rimaste coinvolte in questioni del genere.

V.P.