A Roma capodanno è con Claudio Baglioni

Roma festeggerà l’inizio del nuovo anno con un grande concerto di Claudio Baglioni in via dei Fori Imperiali, che segnerà anche la fine del lungo tour che ha visto il cantante viaggiare per i cinque continenti e che toccherà anche Vienna, Madrid, Il Cairo e New York.

Più che a un Capodanno, a me piace pensare che sia l’alba di un nuovo decennio“, più dinamico, più “ricco di progetti, diverso da quello che ci lasciamo alle spalle, caratterizzato da torpore, letargo, rissosità, difficoltà a guardare al futuro, paura“, sottolinea Baglioni.

Questo tour – ha detto – è anche un viaggio parallelo, da cittadino. Un viaggio che parte dal viaggio degli italiani di 150 anni fa. Un percorso dal quale, a giudicare da come parlano e da come si comportano, molti oggi si sono dimenticati. Mi è venuto spontaneo chiamarlo ‘un solo mondo’ pensando a quanto la musica unisca, perché è una lingua, sicuramente la più diffusa, la più bella, l’unica che non muore, né invecchia mai, che tutti capiscono e tutti sono in grado parlare. Persino chi non la conosce, chi non l’ha mai studiata, chi non sa leggerla, né scriverla”.
”Una lingua straordinaria –
ha aggiunto Baglioni – che ha il potere di unire tutto ciò che tutto il resto divide. E che parla, direttamente, all’unica cosa di cui sono dotati tutti gli esseri umani: l’anima. E, attraverso di lei, avvicina e unisce. Ci fa incontrare gli altri, ce li fa conoscere e ci fa capire che l’altro è ‘colui senza il quale vivere non è più vivere”.

Entusiasta dell’esibizione di fine anno il primo cittadino Gianni Alemanno: “Sono grato a Baglioni perché ha scelto Roma come tappa conclusiva di un importante tour mondiale, perché nessuno meglio di lui può parlare a tutte le generazioni infondendo loro la speranza e la voglia di voltare pagina e perché il suo legame con la capitale è noto a tutti“.

Martina Guastella