Calciomercato Inter: è fatta per Ranocchia

L’Inter ha messo a segno il primo colpo dell’era Leonardo: il difensore Ranocchia è stato riscattato dal Genoa e da gennaio sarà a disposizione del nuovo tecnico nerazzurro. Sebbene il suo arrivo definitivo fosse stato programmato per la fine della stagione, Branca e Preziosi hanno trovato l’accordo che soddisfa entrambe le società. Un altro difensore sempre sotto i riflettori è Maicon, ma il suo procuratore ha dichiarato che a gennaio è quasi impossibile che cambi casacca.

RITORNO ANTICIPATO – Si era parlato del ritorno di Ranocchia in nerazzurro a gennaio come di un’ipotesi più che realistica ed ora il tutto sta per diventare realtà: secondo quanto riportato da Sky Sport 24, Genoa e Inter avrebbero trovato l’accordo in virtù del quale l’ex difensore del Bari potrà vestire nerazzurro a partire dal mese di gennaio. Sebbene le due società si fossero precedentemente accordate per una conclusione dell’affare a fine stagione, l’offerta dell’Inter ha convinto Preziosi a lasciar partire il suo gioiello anzitempo: la seconda metà del suo cartellino è costata al club di Moratti ben 12,5 milioni di euro. Il presidente genoano mostra tutta lo propria soddisfazione per il buon esito della trattativa: “Il giocatore era destinato ai nerazzurri per giugno, ma abbiamo anticipato i tempi soddisfacendo le nostre esigenze economiche e quelle tecniche dell’Inter“.

PARTENZA DIFFICILE – Per molti, addetti ai lavori e non, la cessione di Maicon dopo la vittoria della Champions League sarebbe stata per l’Inter un buon affare, in un momento in cui sarebbe stato possibile monetizzare al massimo. Se dal punto di vista tecnico la partenza del laterale destro avrebbe potuto lasciare alcune lacune, la realtà dei fatti è che ora concludere una trattativa proficua è molto più complicato: il giocatore non è stato protagonista di un brillante inizio di stagione e la sua valutazione è scesa parecchio. E’ stato da alcuni ipotizzato che Maicon possa lasciare l’Inter a gennaio, ma il suo procuratore, Antonio Caliendo, in un’intervista rilasciata allo spagnolo Marca, si sente di escludere un tale epilogo, soprattutto per la complessità della trattativa: “Non si puo’ mai dire nulla con assoluta certezza però mi sembra difficile che giocatori di questo livello possano cambiare squadra nel mercato di gennaio. Per trasferire calciatori di questa classe servono movimenti e trattative molto ben pianificati“. Le parole di Caliendo fanno però pensare che a giugno il discorso sarà completamente diverso e che il suo assistito raggiungerebbe volentieri la corte di Mourinho.

Alberto Ducci