Torino: ragazzina scappa di casa. Ma un messaggio su Facebook risolve tutto

Quindicenne scappa di casa, ma viene ritrovata su facebook.

Non è una parodia sugli stili di vita degli adolescenti, ma soltanto l’interpretazione di un fatto realmente accaduto qualche giorno fa nella provincia torinese.

A mezzogiorno del 23 dicembre scorso, una ragazzina di origine filippine è uscita di casa per poi non rincasare più. I genitori, immediatamente e comprensibilmente allarmati visti i fatti delle scorse settimane, hanno fatto partire le ricerche condotte dai militari del Comando Compagnia Carabinieri di Venaria.

Tra i primi tentativi fatti dai carabinieri, c’è stato quello di lanciare un messaggio, indirizzato alla ragazza scomparsa e firmato dalla sorella maggiore, tramite il social network Facebook, in cui veniva espresso il desiderio di ritrovarla al più presto possibile. Ebbene, proprio in quei momenti, la quindicenne era collegata al web dalla casa di un’amica e così, dopo aver letto sul proprio profilo Facebook il pensiero affettuoso della sorella, ha deciso di chiamare casa per informare i familiari che stava bene e che sarebbe ritornata a casa.

All’origine di questa storia iniziata male ma conclusasi con un lieto fine sembra esservi stata la paura della ragazza di non riuscire a realizzare il sogno di avere un futuro diverso rispetto a quello dei propri congiunti (il padre è un metalmeccanico, la madre e la sorella lavorano come colf, ndr).

Non sappiamo quali siano le aspirazione della piccola filippina ed è dunque doveroso non esporsi a nessun tipo di giudizio. Tuttavia, questa vicenda sembra racchiudere in sé uno spaccato dei nostri tempi: le ambizioni frustrate di giovani che vivono a contatto con un presente che offre poco, ma che, tramite i fumi dello show business, costruisce miti distorti, il rapporto tra reale e virtuale, la sempre più diffusa difficoltà a comunicare con chi ci sta accanto, nonostante questa sia l’era della contrazione dello spazio e del tempo.

A noi però viene da rivolgere un pensiero a Federica Sciarelli: chissà se, a furia di leggere queste notizie, la conduttrice non inizi a temere per le sorti del suo Chi l’ha visto?

Simone Olivelli