Andrea Bocelli, esordio mondiale a Pisa: ed è subito sold-out

Si intitola Notte illuminata il nuovo progetto di Andrea Bocelli, la cui prima mondiale si terrà stasera a Pisa, alle ore 21 presso il teatro Verdi. Ottima notizia per fan ed appassionati di uno degli artisti italiani più apprezzati al mondo. E allo stesso tempo brutta notizia. Perché lo spettacolo previsto per stasera è già tutto esaurito – cosa peraltro prevedibile, considerato che stiamo parlando di un cantante che ha all’attivo 70 milioni di album venduti in tutto il  mondo. Come spesso accade per le iniziative di Bocelli, il ricavato dell’evento di stasera sarà devoluto in beneficenza all’Associazione “Viva Federico” (per la realizzazione di una casa famiglia riservata ai bambini dell’ospedale pedatrico di Massa) e all’Arpa, associazione impegnata nel campo della ricerca sulle psicosi e l’autismo.

Bocelli inaugura così, nella nativa toscana, il suo tour mondiale, che lo porterà – tra gli altri paesi – anche in Germania e negli Stati Uniti. Al di là dell’Atlantico Bocelli si esibirà tra l’altro in un attesissimo concerto al Metropolitan Opera House di New York. Un tour importante, dunque, ma all’insegna della semplicità. Sul palco ci saranno solo il cantante di Lajatico e – ad accompagnarlo – il pianista di fama internazionale Vincent Scalera. I brani in scaletta spaziano tra i grandi nomi del più ampio repertorio classico: Haendel, Wagner, Beethoven, Strauss, Liszt, Fauré e Gounod, solo per citarne alcuni.

Musica, ma non solo. L’Etoile Giuseppe Picone sarà parte integrante dello spettacolo con delle coreografie appositamente create, mentre in sala, al posto dell’ordinario libretto, verrà consegnato un magazine contenente immagini di alcune suggestive località toscane e dei testi scritti per l’occasione dallo scrittore e giornalista Giorgio De Martino. Verranno inoltre proiettati dei video a cura di Alberto Bartalini, che propongono approfondimenti sui brani avvalendosi della partecipazione dello stesso Bocelli e del direttore d’orchestra che lo ha aiutato a realizzare questo progetto, il Maestro Eugene Kohn.

Roberto Del Bove