Botti illegali: sequestrati 800 kg a Roma

Non solo Napoli nel mirino delle forze dell’ordine che cercano di frenare il traffico di botti illegali. Ben 800 chilogrammi di fuochi d’artificio non a norma sono stati infatti sequestrati in un garage di Roma dalla Guardia di Finanza.

Il quantitativo di botti è stato rinvenuto dagli uomini delle Fiamme Gialle del I Gruppo Roma durante un blitz nella zona di Tor Bella Monaca, quartiere periferico di Roma. Il proprietario dei fuochi d’artificio era un italiano di 47 anni, il quale teneva la merce nascosta in un garage seminterrato sotto la sua residenza.

Sono stati i continui spostamenti dell’uomo, avvenuti specialmente nelle ore notturne, a far insospettire i finanziari e a condurli al garage, peraltro non adatto allo stoccaggio di simile materiale. Non essendo a norma ed essendo privo di sistema antincendio, il box poteva rappresentare un pericolo per l’incolumità pubblica.

Nel mezzo al materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza si trovavano diversi botti dai nomi bizzarri. Tra essi figuravano la ‘Finanziaria’, vera e propria bomba di 15 chili che costa circa 150 euro, la famigerata ‘Bomba di Bin Laden”, un ordigno dedicato al giocatore del Napoli Lavezzi e anche qualche fuoco ispirato al nome dell’attuale Papa.

Il proprietario dei botti è stato denunciato a piede libero. A pochi giorni dalla notte di San Silvestro, continua in tutte le regioni d’Italia la lotta contro il tempo delle forze dell’ordine per limitare il più possibile i danni che potrebbero essere causati dall’esplosione di fuochi d’artificio non a norma.

Gianluca Bartalucci