Barletta: grave rissa in un condominio

Barletta, 30 dicembre. Sono finiti in carcere i membri di due famiglie che, nel pomeriggio di ieri, hanno scatenato una maxi rissa in un condominio della città di Barletta. Rissa scoppiata per motivi futili, legati proprio alla convivenza condominiale.

Sono sei in tutto le persone – incensurate – arrestate dai carabinieri: da una parte un uomo 68enne con due figli, di 39 e 20 anni, e, dall’altra, una coppia di coniugi 40enni con il loro figlio 19enne. L’accusa che pesa sulle sei persone coinvolte, arrestate nel pomeriggio di ieri, è quella di rissa aggravata e lesioni personali.

L’ operazione è scattata nel pomeriggio di ieri, dopo una telefonata al 112. I carabinieri, giunti in una palazzina di vico San Leonardo, hanno trovato le sei persone estremamente agitate e ferite: chiari i segni dell’ aggressione reciproca sui loro volti. Sono state proprio le persone coinvolte nella maxi rissa a spiegare che tutto era cominciato da una banale lite condominiale, l’ ennesima, che, poi, è degenerata.

Nel frattempo, sul posto, erano arrivati i soccorsi del 118, che hanno giudicato le lesioni guaribili tutte dai 5 ai 40 giorni. Successivamente, i membri delle due famiglie sono stati portati in carcere, eccetto il capofamiglia e suo figlio, del secondo gruppo. Questi, infatti, hanno riportato lesioni, rispettivamente 40 e 5 giorni di prognosi per trauma cranio-facciale, e sono stati ricoverati in ospedale e qui sottoposti agli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria.

Angela Liuzzi