SBK, Biaggi: “Era destino che dovessi aspettare Aprilia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Tra quei piloti che ricorderanno positivamente il 2010 c’è sicuramente Max Biaggi. Il pilota italiano in questi dodici mesi è riuscito a trovare serenità e sorriso dopo i difficili momenti passati negli anni scorsi. Un duro periodo, prezioso per la sua crescita psicologica, che alla fine si è felicemente concluso con la vittoria del mondiale Superbike e la nascita dei suoi due bambini (tra cui uno proprio pochi giorni fa). E’ un uomo felice ora Biaggi, soddisfatto dei trionfi e risultati ottenuti ma ancora sognatore e combattente. I due anni di rinnovo firmati con Aprilia indicano l’intenzione di continuare un rapporto che ha davvero qualcosa di magico.

Solo con la squadra veneta è riuscito ad imporsi nel panorama motociclistico internazionale, prima con tre titoli consecutivi in 250cc ed ora nel massimo campionato delle derivate di serie. Un fatto che incuriosisce anche lui stesso: “Me lo sono chiesto pure io. Forse era destino che dovessi aspettare l’Aprilia, la stessa azienda con la quale era cominciato tutto, parecchio tempo fa.” Un legame moto-pilota davvero forte, destinato a durare nel tempo e molto probabilmente a non terminare. Parlando invece della Superbike in termine di audience televisiva Max promuove il lavoro fatto da La7, unico canale nazionale che segue con continuità la stagione: “La7 sta facendo bene e cerca di migliorare il prodotto. In passato pagavamo il fatto che la Superbike non avesse mai incoronato un pilota italiano. Adesso che ce l’abbiamo fatta, c’è da sperare che gli ascolti crescano.Effettivamente questo fattore potrebbe invogliare la gente al prodotto, ma rimangono dei dubbi.

Infine, da puro appassionato del mondo delle due ruote, il pilota si lascia andare ad un commento riguardante la MotoGp sincero ed interessante: “Lorenzo ha fatto un campionato da incorniciare ed un grandissimo lavoro. E’ stato proprio bravo. Sono convinto che sarà l’uomo da battere anche l’anno prossimo. Ma attenti a Stoner…” Lo spagnolo quindi dovrà stare molto attento a Casey, mentre Rossi non viene neanche menzionato. La rivalità tra i due centauri italiani vi è ancora, e questo non è altro che una piccola conferma. Replicare un 2010 perfetto come il suo sarà una impresa davvero dura, ma Biaggi ha dalla sua parte tutti i mezzi e condizioni per farlo. Un’altra sfida da vincere a tutti i costi.

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!