Atletica, il sogno di Bolt: “Dopo il ritiro voglio giocare a calcio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:21

Presente e futuro: l’intervista che Usain Bolt ha rilasciato per i periodici “Max” e “IPad” proietta il campione giamaicano tra l’attualità e sogni e progetti per il futuro.
E non mancano le sorpese.

Leggenda? Ancora ci vuole – Il pluri-recordman giamaicano non si definisce ancora una leggenda: “Per essere considerato “immortale” devo difendere i titoli che ho vinto e infrangere altri record. Solo allora sarò una vera e propria leggenda dello sport. E tutto questo avverrà in tempi stretti, perchè nel 2016, dopo i Giochi Olimpici di Rio, mi ritirerò”.

Il sogno di diventare calciatore – E Usain Bolt, per il post-ritiro, ha in serbo una sorpresa: “Il mio sogno è diventare calciatore e giocare in Europa, magari nel Manchester United. Il mio ruolo? Attaccante di movimento, alla Eto’o. Ma sono più scarso di lui”.

Dieta equilibrata – Il velocista spiega anche la sua alimentazione: “Prima era eslcusivamente, o quasi, a base di pollo fritto. Ora mangio cose più salutari, tipo le verdure. Questo per cercare di migliorare la partenza, il mio punto debole”.

Fuori dalla pista – Progetti e hobby anche al di là dello sport: “Ascolto tanta musica: ogni tanto suono come deejay nei locali di Londra o Parigi e mi diverto molto. E’ in atto una collaborazione con la Puma per una linea di abbigliamento che si espanderà anche nel settore delle calzature.
Inoltre sto per aprire il “Tracks and record Sports Lounge”, un bar-ristorante ma anche negozio di cimeli e prodotti firmati da me: il primo sarà a Kingston, poi sarà la volta di Londra. Il mio sogno è creare una catena internazionale”.

Edoardo Cozza

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!