F1, Ross Brawn ottimista per il 2011

La nuova stagione agonistica si sta’ pian piano avvicinando ed i tempi cominciano a stringersi. Alla fine di questo mese le prime squadre sveleranno al mondo intero le loro ultime creazioni, dando inizio al campionato e rinnovando la sfida all’iride. Ovviamente anche la Mercedes spera vivamente di poter far parte della ristretta cerchia dei Top Team, e il team manager Ross Brawn rinnova ambizioni mantenendo però i piedi per terra ed evitando pronostici azzardati.

La favola della Brawn non si potrà ripetere nuovamente anche se sono sicuro che avremo una monoposto molto buona l’anno prossimo. Aspetteremo le prime gare per capire il nostro reale potenziale, ma le premesse sono buone. Abbiamo iniziano lo sviluppo della macchina in anticipo ma questo non vuol dire che abbiamo impiegato più risorse rispetto ai nostri rivali” Sicurezza e piena fiducia nel lavoro finora eseguito dai tecnici tedeschi, ma non per questo bisogna sottovalutare la forza e capacità dei team rivali.

Il discorso però non si ferma solo al reparto vettura. Il 2011 sarà importante anche per Michael Schumacher, chiamato a riscattare una annata davvero negativa. Il suo vecchio amico Brawn non ha nessun dubbio riguardo alle capacità di guida del pilota, ed imputa i scarsi risultati raggiunti ad un inedito fattore: “Il fatto di non avere un simulatore di certo livello non ha aiutato. Probabilmente con un simulatore come quelli in dote a Ferrari o Mclaren, Michael sarebbe stato in grado di lavorare molto di più sul comportamento delle gomme. Abbiamo bisogno di una nuova vettura e delle nuove gomme, non possiamo fare previsioni ma sono ottimista”. La sfida è lanciata e la posto in gioco è davvero alta. Solo la pista potrà dare il verdetto finale e guai a dare tutto per scontato.

Riccardo Cangini