Calciomercato Juventus: Agger in vendita, piacciono Beck e Mantovani

Per la prossima stagione, la Juventus ha già annunciato che cercherà di essere protagonista del mercato. Ciò che Marotta ha però sempre sottolineato è la necessità di non comprare tanto per farlo, ma di investire con intelligenza in quei reparti in cui si manifestano le maggiori lacune. Sebbene ad inizio anno molti tifosi bianconeri si fossero lamentati per un parco attaccanti ritenuto inadeguato al raggiungimento di grandi traguardi, i numeri dicono che l’attacco è l’ultimo dei problemi: con 32 goal fatti in 17 partite, quello bianconero è il reparto avanzato più prolifico della Serie A. I nomi che circolano in questi giorni sono, non a caso, per la maggior parte nomi di difensori. L’urgenza più grande è quella di trovare due terzini affidabili, come ad esempio Mantovani e Beck, mentre la messa in vendita di Agger da parte del Liverpool ha stuzzicato la fantasia di Marotta, che potrebbe regalare il danese a Del Neri.

QUESTIONE TERZINI – La mancanza di terzini di valore è stata più volte sottolineata dagli addetti ai lavori ed è per questo che a giugno si proverà a porre rimedio alla situazione. I due nomi che circolano maggiormente sono  quelli di Beck dell’Hoffenheim e di Mantovani del Chievo. Il tedesco è da vari mesi seguito dalla dirigenza bianconera, ma difficilmente potrà lasciare la Germania a gennaio, così come afferma il fratello-procuratore, Arthur, in un’intervista riportata dal Corriere dello Sport: “Ha un contratto fino al 2012 con l’Hoffenheim. Anche se non c’è nulla di impossibile nel calcio, al momento ritengo molto improbabile una sua partenza a gennaio. A giugno potrebbero esserci maggiori possibilità“. Per quanto riguarda Mantovani, il Chievo ha richieste che per ora difficilmente potranno essere soddisfatte: circa 6 milioni di euro per averlo subito, una cifra che la Juventus non vuole sborsare prima di giugno.

AGGER IN VENDITA – Vista l’intenzione del Liverpool di cedere Agger, è bene informarsi presso i Reds riguardo al esborso necessario per rilevarne il cartellino ed è proprio ciò che Marotta farà nei prossimi giorni. Vi sono delle perplessità riguardo la fragilità fisica del danese, ma i dubbi potrebbero essere fugati se il club inglese accettasse la stessa formula che ha portato in bianconero Aquilani: prestito con diritto di riscatto a fine stagione, in modo da verificare tenuta fisica e qualità tecniche del giocatore.

Alberto Ducci