Influenza: la dieta per combatterla

Sarebbero oltre 300mila gli italiani già costretti a letto dall’influenza in questi giorni, anche se il picco è previsto per la fine di gennaio. Il mondo medico ribadisce l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, specie per le categorie a rischio.

Coldiretti, intanto, dirama la dieta per combattere l’influenza attraverso un adeguato regime alimentare.

L’associazione consiglia, innanzitutto, di aumentare le calorie consumate, iniziando di mattina con latte, miele o marmellata e pranzando, poi, con zuppe, verdure, legumi e frutta, con quest’ultima che aiuta a rafforzare, con l’apporto di vitamine, le difese immunitarie dal rischio dell’insorgenza dell’influenza.

Oltre a frutta e verdura, ricca di antiossidanti, in questa particolare dieta antinfluenzale, per la Coldiretti, non devono mancare latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici, come yogurt, formaggi e anche l’aglio, che contiene una sostanza, l’allicina, particolarmente attiva nella prevenzione.

L’abbassamento delle temperatura giustificherebbe anche un aumento delle calorie consumate in relazione ad attività, sesso, età e necessità personali. Fondamentale – sottolinea la Coldiretti – è assumere verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A, visto che danno il giusto apporto di sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress legato al cambio di stagione sull’organismo.

Nella dieta non vanno trascurati i vari piatti a base di legumi, dato l’alto contenuto di ferro e di fibre che aiutano a migliorare le funzionalità intestinali. Per la frutta, la Coldiretti consiglia il consumo di frutta di stagione come kiwi, clementine e arance rigorosamente italiane, così da evitare che i trasporti ne riducano il contenuto vitaminico.

L’organizzazione degli agricoltori, ancora, ricorda anche l’importanza della carne nella dieta, poiché in un soggetto normale l’assunzione di proteine deve essere compresa tra 0,8- 1,3 grammi per chilo di peso corporeo.

Marco Notari