Berlusconi a Kalispera: “Comunisti? Assassini e imborghesiti”


“Che fantastico repertorio quello di Silvio. Ci ha offerto un irresistibile refrain di vecchi cavalli di battaglia spompati. Peccato che il presidente del Consiglio non trovi mai la maniera di parlare dei problemi reali degli italiani, che sono tanti, a cominciare dalla disoccupazione a proseguire con le tariffe dei servizi, che aumentano senza sosta”.

Questo il commento a caldo di Antonio Misiani del Pd sulla partecipazione telefonica di Silvio Berlusconi al programma di Canale 5, Kalispera.

Alfonso Signorini, conduttore, ha iniziato il simpatico siparietto mostrando al pubblico, come vuole la sua natura di giornalista gossipparo, delle foto che ritraevano Massimo D’Alema in montagna, e da qui è partita la requisitoria del premier sui comunisti: “È vero, si sono imborghesiti, indossano capi firmati, scarpe fatte su misura, pasteggiano a caviale e champagne, ma sono sempre gli stessi. I nostri post-comunisti fanno finta di avere abitato su Marte, ma non hanno mai fatto i conti con il loro passato”

Il conduttore di Annozero, Michele Santoro, è stato interpellato, a proposito dei comunisti imborghesiti, perché Alfonso Signorini ricordasse al pubblico che “veste Armani”.

E, ancora, ha dato sfoggio di tutto il suo animo pettegolo ponendo la domanda che era sulla bocca di tutti (almeno per lo spettatore-tipo del programma televisivo in questione), “E’ mai stato con una donna di sinistra?”. La risposta del premier non si è fatta attendere, “Mai! Posso giurarlo!”, e incassa con un eloquente “Mi astengo” l’acuta costatazione di Signorini: “La sua ex moglie è diventata un’icona della sinistra”.

L’inaspettato show è terminato con una profonda riflessione del presentatore, “Con il ciuffolo!”, riferendosi alla possibilità che la sinistra rappresenti un ostacolo per il Cavaliere, il quale non esita ad affermare: “Sono gli italiani, per fortuna, che non si riconoscono in questa sinistra”.

foto: Gregorio Borgia

Carmine Della Pia