Palermo-Sampdoria 3-0: Miccoli felice, Di Carlo ammette l’assenza di qualità

Il Palermo ha battuto la Sampdoria nella giornata di ieri per 3 a 0: una prova positiva della squadra di Rossi che sale in classifica a 30 punti insidiando la zona Europa League; la Sampdoria invece, continuando il periodo no, non riesce ad esprimere più un bel gioco e si spera che i prossimi acquisti, Macheda in primis, diano uno slancio in più.

Fabrizio Miccoli, attaccante del Palermo che ha siglato l’1 a 0,a fine partita ha così parlato: “Sono uscito perché non sto benissimo: il ginocchio mi crea problemi e se va in iperestensione non lo sento perfettamente e di conseguenza vado ad affaticare il polpaccio sinistro. Ho parlato col Mariani, il dottore che mi cura, e mi ha spiegato che devo farci l’abitudine a questi piccoli dolori: ma finchè riesco a giocare quasi tutta la partita mi va bene. Sono contento per la vittoria perché abbiamo dimostrando di essere un grande gruppo. Noi del gruppo storico, come Migliaccio, Liverani, Nocerino, permettiamo ai nuovi arrivati di ambientarsi al meglio. Peccato solo che oggi abbia perso il Lecce”

Domenico Di Carlo, invece, allenatore della Sampdoria, ha così parlato della sconfitta: “Non ci aspettavamo un risultato del genere. La squadra nel primo tempo ha fatto la sua gara, giocando bene e cercando di rispondere in velocità, trovando diverse conclusioni a rete. Dopo il loro goal potevamo anche recuperare, ma ci siamo abbattuti e l’atteggiamento è stato pessimo: abbiamo creato qualcosa ma solo in azioni individuali senza contare sul collettivo: questa è una cosa che non possiamo permetterci perché ci manca la qualità necessaria. Dobbiamo risollevarci e ripartire subito già con la Roma domenica. Cosa dico su Macheda? Aspettiamo l’ufficialità.”

Mario Petillo