Facebook chiude i battenti. Una Bufala

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:13

10 gennaio. Iniziano a girare le prime notizie atte e mattere in allarme gli utenti dell’attualmente più famoso social network del pianeta, facebook. In specifico, sarebbe stata annunciata la data della sua chiusura. Negli anni le cosiddette “catene di Sant’Antonio”, si sono susseguite, talvolta a ritmi decisamente incalzanti.

“fb” a pagamento, disattivazioni improvvise ed immotivate degli account, la necessità di inoltrare un determinato numero di volte il messaggio appena giunto in posta pena ancora la disattivazione dell’account . Tutti fenomeni mediatici (e probabilmente solo quello) esclusivi ed interni al social network e che hanno però preoccupato non poco negli anni passati molti dei suoi utilizzatori.

Il 15 marzo, facebook, chiuderà. Tutto vero, secondo il Weekly World News, tutto falso secondo il Times, che ha riportato le parole dello stesso Mark Zuckerberg, il fondatore della piattaforma. Quest’ultimo ha spiegato che, ben lontano dal morire, il suo facebook si appresta a nuove sfide, prima fra tutte forse quello con l’impero di Mountain View, Google.

Il “weekly” avrebbe attribuito dichiarazioni diverse allo stesso Zuckerberg, che avrebbe confessato in una conferenza a Palo Alto, di guidare un’azienda troppo stressante e che, sostanzialmente, era ora di finirla. Un consiglio era poi diretto ai 600 milioni di “amici”: salvatevi foto, video e quant’altro, perchè dal prossimo marzo facebook non ci sarà più.

A fronte di questo, l’azienda interessata, probabilmente tempestata da un numero imprecisato di mail, milioni a rigor di logica, è stata costretta a spiegare al pubblico l’inaffidabilità della notizia, bollandola come “bufala”.

Secondo alcuni esperti, un tale evento digitale potrebbe essersi verificato per allontanare gli utenti da facebook e reindirizzarli su siti contenenti spyware o malware. Nel frattempo la creatura di Zuckenberg si appresta, forse, ad essere quotata in borsa nel 2012, alla faccia di chi la vorrebbe prossima alla chiusura.

A.S.