Pagelle Milan-Udinese: Gattuso gladiatore, Sanchez immarcabile

MILAN

Amelia 5: incerto nelle uscite, non riesce praticamente mai ad opporsi ai tiri avversari. Non c’è che dire, Abbiati dona più sicurezza.

Abate 5,5: passano le domeniche, ma lui continua a spingere poco e con poca qualità. Nel modulo adottato da Allegri la spinta dei terzini è uno dei pochi modi per andare in superiorità numerica, ma questa cosa si continua a vedere poco.

Bonera 5: Sanchez e Di Natale lo fanno impazzire. Troppo macchinoso, per affrontare attaccanti così rapidi uno come lui dovrebbe essere al massimo della forma e, da quanto si è visto, non lo è affatto.

Thiago Silva 7: nonostante i 4 goal presi, è l’unico che non molla mai e che prova sempre a tenere a galla i suoi. Nel finale si trasforma anche in regista con ottimi risultati.

Antonini 5: prova decisamente insufficiente. La fase difensiva è ancora confusionaria e poco precisa, mentre in attacco sembra non voler mai crossare, cercando sempre l’appoggio per un compagno.

Gattuso 7: nel giorno del suo 33esimo compleanno sfodera una prestazione da guerriero. Nel primo tempo è su tutti i palloni, raddoppiando gli avversari e mordendo le caviglie. Nella ripresa cala un po’, ma continua col suo grande apporto atletico.

Seedorf 5: le sue ultime prestazioni denotano una condizione fisica precaria. Lento nel far girare il gioco, perde palloni che diventano pericolosi per la retroguardia. (Dal 69′ Cassano 7: entra e sforna 2 assist con una semplicità imbarazzante. Se continua così, i tifosi dimenticheranno molto in fretta Ronaldinho).

Strasser 6,5: ottima prova da titolare. Preciso nel posizionamento e nei  suoi interventi, va anche vicino al goal con un gran destro dalla distanza.

Robinho 5,5: partita sottotono, non è nel suo momento migliore. Nella posizione di trequartista incide poco, ben imbrigliato dai centrocampisti friulani.

Pato 6,5: sta recuperando la forma migliore, anche se non è certo al massimo. Segna una doppietta ed è sempre partecipe delle manovre d’attacco rossonere.

Ibrahimovic 6,5: un assist e il goal del pareggio. Si eclissa in alcuni momenti, ma quando viene cercato con continuità la luce si accende.

Allegri 6: non ha molte frecce nel suo arco e le sfrutta come può. Si spera si renda conto del precario stato di forma di alcuni giocatori e li faccia riposare.

UDINESE

Handanovic 6: si oppone bene ad alcune conclusioni di Robinho, mentre sui goal può far poco.

Benatia 6: gioca molto bene praticamente fino alla sua autorete, dopodichè sembra annebbiato e il Milan ne approfitta.

Zapata 6: controlla bene Ibrahimovic per buona parte del match, poi cala e lascia spazio alle giocate dello svedese in coppia con Cassano.

Domizzi 5: disarmante la facilità con cui Ibrahimovic lo salta nel primo tempo per poi servire l’assist dell’1-1 a Pato. Dei tre difensori friulani, appare quello meno in palla. (Dal 73′ Coda s.v)

Isla 6,5: ottima gara, sia in fase difensiva, in cui ha fatto grandi progressi, sia in quella d’attacco.

Abdi 6: buona presenza in mezzo al campo, risponde presente alla chiamata di Guidolin. (Dal 75′ Badu s. v.)

Inler 6,5: da lui partono le azioni dell’Udinese. Grande personalità, propizia il primo vantaggio di Di Natale con un bel sinistro che si stampa sul palo.

Asamoah 6: solito apporto di quantità e qualità per il ghanese, anche se leggermente sotto i suoi standard.

Pasquale 6: riesce a contenere con efficacia Abate e a proporsi in fase offensiva. Se avesse più coraggio nell’attaccare potrebbe diventare decisivo.

Sanchez 7: semplicemente immarcabile. Quando decide di cambiare marcia non ce n’è per nessuno: un gioiello.

Di Natale 7: unisce una grande forma fisica alla sua esperienza. Due goal per lui a altra prova di grande qualità. (Dall’ 84′ Denis 6,5: entra e regala l’illusione della vittoria ai suoi. Più di così non gli si poteva chiedere).

All. Guidolin 6,5: la sua squadra è unita, determinata e umile. Per un soffio non gli riesce il colpo da 3 punti.

Alberto Ducci