Strage a Tucson: la Giffords riesce a comunicare, scagionato presunto complice

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:19


È di sei vittime il bilancio della strage omicida avvenuta a Tucson, Arizona, ieri durante il Congress on Your Corner.

La deputata democratica Gabrielle Giffords poteva essere la settima vittima, ma a quanto pare le sue condizioni sarebbero migliorate. L’equipe medica che ne ha seguito l’operazione chiururgica delicata cui è stata sottoposta ha reso noto che il deputato “Riesce, in qualche modo, a comunicare”.

Un giovane di 22 anni, Jared Loughner , poi fermato e identificato, ha sparato diversi colpi causando scene di vero e proprio terrore. Ha puntato la sua arma contro la Giffords, impegnata a parlare con alcuni elettori nei pressi di un centro commerciale, e l’ha colpita alla testa.

Date le condizioni disperate, era stato comunicato anche del suo decesso, ma la smentita era giunta poco dopo, insieme a vari aggiornamenti sul quadro clinico, che, man mano, migliorava.

Sotto i colpi dell’omicida sono morti Gabe ZImmermann, assistente trentenne, una bambina di 9 anni (che per una tragica coincidenza era nata l’11 settembre 2001, giorno dell’attentato alle Twin Towers), un giudice federale e tre pensionati. I feriti sono 14, tra questi la deputata.

Loughner è stato trasferito dalla custodia dello sceriffo di Tucson a quella degli agenti federali e si rifiuta di collaborare.

Un presunto complice, immortalato dalle immagini di una telecamera di sorveglianza del centro commerciale, è stato scagionato.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo, 40-50 anni, capelli scuri, era coinvolto nella strage, ma è stato accertato che si trattava del tassista che aveva accompagnato il giovane all’evento.

Giunti sul posto, il ragazzo aveva detto all’autista che, per pagare la corsa, avrebbe dovuto cambiare delle banconote, per cui si erano recati entrambi nel centro commerciale.

È stata, inoltre, setacciata la casa dell’assassino, dove sono stati trovati appunti scritti a mano. Alcuni fogli su cui si legge, tra le altre cose, Ho pianificato tutto, Il mio assassino, e il nome della deputata colpita, Giffords.

Carmine Della Pia