Dopo 50 anni di lontananza, due fratelli si ritrovano grazie Facebook

Una vera Carrambata. Ma questa volta non c’era la mitica Raffaella a urlare, ma palcoscenico della sorpresa del 2011 è il social network più famoso al mondo, Facebook.

Una storia commovente di due fratellini rimasti orfani della madre, nel 1955, che all’età di 11 e 13 anni vengono separati e uno dei due viene affidato alle cure di un cugino emigrato a Chicago. Dopo due anni di corrispondenza, all’improvviso i rapporti tra i due si interrompono e per 50 anni non ci sono più notizie della vita vissuta dai due fratellini.  Per ritrovare il figlio americano, il padre dei bambini aveva anche affrontato, invano, un viaggio alla sua ricerca. Ma tutto era stato inutile. Solo tanto dolore per il suo mancato ritrovamento.

Antonio Iannello ha però continuato a pensare sempre a quel fratello, che nell’infanzia, gli è stato portato via per una vita negli Stati Uniti. Venuta a conoscenza della commuovente storia del papà, la figlia del maggiore dei fratelli Ilaria Iannello, si è messa alla ricerca dello zio perduto.

Utilizzando le nuove tecnologie, è riuscita a rintracciare il  profilo Facebook di suo zio e dei suoi quattro figli, tutti americani e inconsapevoli di provenire dall’Italia. Così, tramite la web cam, si sono visti dopo oltre cinquant’anni di lontanza. Adesso rimane solo un incontro a Termini Imerese o Chicago, così da potersi riabbracciare dopo tanti anni di lontanza.

Daniela Ciranni