Stasera in tv il film “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno”

Questa sera, alle ore 21:10, La 7 trasmetterà il film, del 1991, “Pomodori verdi fritti (alla fermata del treno)” (titolo originale “Fried green tomatoes”. La pellicola, tratta dal romanzo “Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop”) di Fannie Flagg, è diretta da Jon Avnet. Il film è interpretato da Kathy Bates, la meravigliosa protagonista del kinghiano “Misery non deve morire” e da Chris o’Donnell (“Batman & Robin”). Durata: 130 minuti.

Evelyn, una donna di mezza età molto depressa, incontra Ninny, una vivace ottantenne, in una casa di riposo. Quest’ultima, le permette di recuperare gioia di vivere e nuove prospettive raccontandole a puntate una storia vera successa molti anni prima. La vicenda riguarda la fiera Idgy, la dolce Ruth e la storia della loro forte amicizia. Poco alla volta, Ninny svela le peripezie che hanno condotto le due amiche a gestire il Whistle Stop Café, un locale situato alle fermata di un treno che non c’è più. La specialità della casa erano i pomodori verdi fritti del titolo…

Quattro donne e due generazioni a confronto in una pellicola tratta da un candidato al Premio Pulitzer del 1987. Il romanzo di partenza, profondo e ben strutturato e una scenografia curata, danno vita ad un drammatico dall’aria profonda che rappresenta l’opera prima di Avnet alla produzione. Costato circa 10 milioni di dollari, il film ne ha incassati ben 65 nel solo mercato statunitense. Merito di una pellicola che funziona, di un lungometraggio che, sfruttando una bella storia tutta al femminile, tratta di argomenti profondi come l’amicizia, il razzismo, il maschilismo. Ma lo fa in maniera delicata e grazie alla collaborazione di quattro attrici tutte bravissime, attrae fino alla fine anche se con una rappresentazione manieristica e poco approfondita.

Valentina Carapella