Criminal Minds anticipazioni delle trame

Venerdì 14 gennaio per i rewind di RaiDue va in onda il triplice appuntamento con Criminal Minds. Il telefilm verte sull‘Unità di Analisi Comportamentale la cosidetta BAU, Behavioral Analysis Unit,  una squadra speciale di criminal profiler dell’FBI incaricati di elaborare un profilo comportamentale e psicologico  degli assassini seriali, chiamati  Soggetto Ignoto ovvero con l’acronimo S.I.. I criminal profiler: spaziano su piani ed interessi diversi dalla psicologia alla psichiatria e alla criminologia. La sede centrale della BAU si trova semisepolta nel terreno all’accademia dell’FBI di Quantico, in Virginia. Ecco le trame del  settimo, ottavo e nono episodio della quarta stagione:

 Labirinti della memoria (titolo originale ‘Memoriam’) Per far luce sull’omicidio di Riley Jenkins,  Spencer Reid decide di fermarsi a Las Vegas. L’Agente speciale è convinto che suo padre sia implicato nel caso, così Morgan e Rossi si offrono di aiutarlo a fare chiarezza. 

 Capolavoro della follia (titolo originale ‘Masterpiece’) Un uomo si confessa e ammette di aver ucciso numerose donne e che altre persone sono in  pericolo. Mentre tutta la squadra è impegnata nelle indagini, Rossi scopre che lo psicopatico ce l’ha proprio con lui.  

 L’Importanza della pulizia (titolo originale ’52 Pickup’) Tutta la squadra  si reca in Georgia, per la precisione,  ad Atlanta, per occuparsi e seguire le indagini di un caso complicato: infatti, nel corso degli anni, un serial killer ha messo a punto una raffinata e particolarissima tecnica per far colpo sulle sue vittime.

 In effetti questa sezione dell’FBI, non si occupa di tutti i casi di omicidio ma solo di quelli più complicati e, nello specifico,  di quelli seriali. Per bloccare un  serial killer spesso è necessario  anticipare le sue mosse e capire da indizi ed intuizioni quale sarà la prossima vittima.  Per fare tutto questo è necessario stilare un profilo, più preciso possibile, dell’assassino, osservandone i comportamenti. Ogni episodio, in genere inizia con un crimine ma il colpevole viene per lo più tenuto nascosto e non svelato e prosegue con la richiesta di aiuto, al BAU, da parte degli agenti della polizia locali che si occupano di quel caso specifico che spazia dall’omicidio al rapimento  e a qualunque altra aberrazione comportamentale. 

Maria Luisa L. Fortuna