Carburanti, i prezzi continuano a salire

I prezzi della benzina sono tornati a salire fino a sfiorare la soglia di 1,5 euro (gasolio a 1,377 euro/litro). Ad affermarlo è QE Quotidiano Energia. Dal sito in questione parlano di un “nuovo giro di aumenti sulla rete carburanti”, con Eni (+0,9 centesimi su benzina e diesel), Esso (+0,5 centesimi su entrambi i prodotti), Tamoil (+1 centesimo su tutti e due i carburanti) e TotalErg (+0,8 centesimi su verde e diesel) che ricominciano a muoversi.

<<L’impennata dei prezzi raccomandati – si legge nel monitoraggio del quotidiano – si fa sentire immediatamente sul territorio dove i prezzi praticati continuano a salire. E, a livello di punte massime, si supera ormai abbondantemente 1,5 euro/litro per la benzina e si arriva a sfiorare 1,4 euro/litro per il diesel>>.

L’indagine è stata effettuata in un campione di stazioni di servizio rappresentativo della situazione nazionale per la rubrica Check-Up Prezzi QE. In media in Italia i prezzi praticati della benzina (in modalità servito) vanno dall’1,485 euro/litro della IP, all’1,496 di Tamoil (no-logo a 1,417 euro/litro). Per quanto riguarda il diesel si passa dall’1,367 euro/litro riscontrato con IP, all’1,376 rilevato mediamente negli impianti Tamoil (no-logo a 1,298). Il Gpl invece si piazza tra lo 0,776 euro/litro delle stazioni Shell e TotalErg, allo 0,780 dei punti vendita IP e Tamoil.

Mauro Sedda