Grande Fratello 11: i nuovi concorrenti cambiano la Casa

I sei nuovi concorrenti entrati nella Casa del Grande Fratello lunedì scorso durante la diretta presentata da Alessia Marcuzzi, su Canale 5, stanno già rivoluzionando sentimenti, abitudini e persino atteggiamenti ormai consolidati di alcuni concorrenti presenti sin dall’ inizio…

Vediamo insieme alcune “rivoluzioni”… Anche nella Casa hanno notato quanto sia cambiato Giuliano, questa settimana in nomination insieme a Olivia. Il comasco rigido e menefreghista sta cercando di risultare persino simpatico, seminando sorrisi e complimenti e cercando approcci di dialogo un po’ con tutti…

Che sia una strategia di gioco considerata la nomination non lo si esclude, ma in ogni caso è coincisa con l’ ingresso dei nuovi concorrenti…

Davide, il siculo che sembrava piangere ancora per la sua Rosa, sedotta, abbandonata e tradita… e poi ricercata di nuovo…, ora sembra attratto da Erinela, la bella bionda entrata lunedì. Con lei scambia battute in atteggiamenti molto rilassati e complici… Sembra un déjà vu: Davide e Erinela come Davide e Olivia…

Ed è ancora Olivia che, in nomination, cerca di prendersi un’ altra occasione e si avvicina in particolar modo a Biagio col quale sembra piacevolmente conversare… Olivia, purtroppo continua ad essere fortemente criticata per i suoi modi da tutti i ragazzi della Casa che sempre più spesso si divertono a canzonarla e a prenderla in giro.

Rosy Maggiulli, la maggiorata nature di questa edizione del Grande Fratello, si è rivelata molto fragile e permalosa, ma a consolarla volentieri c’è il buon Jimmy che si intenerisce sempre davanti alle debolezze dei suoi compagni, uomini o donne che siano.

Anche Roberto Manfredini, il bel ballerino, si è guardato intorno e ha trovato Rosa al quale ha dichiarato tutta la sua attrazione fisica e caratteriale. Rosa gradisce ma non cede: è troppo scottata ancora dalla sua recente storia con Davide per cedere alle lusinghe di un’ altra storia all’ interno della Casa, sebbene con un bel ragazzo come Roby.

Caterina Cariello