Alla scoperta di Clara Schumann con il libro di Valeria Moretti

CONDIVIDI

Clara Josephine Schumann nasce a Lipsia il 13 settembre 1819 da un docente e zelante impresario musicale che la avvia a una carriera di precoce concertista, scandita da prestigiose tourne’es in Germania ed Europa. Contrario al fidanzamento della figlia diciannovenne con il suo allievo Robert Schumann, di cui aveva intuito lo straordinario talento ma anche lo scarso equilibrio mentale, il padre si oppone ferocemente al matrimonio tra i due giovani che comunque riescono a sposarsi nel 1840.

Una vita di certo non facile quella di Clara segnata dalla nascita di ben otto figli, dall’instabilità mentale del marito, palesatasi a Dusseldorf intorno ai quarant’anni, dal tentativo di suicidio quattro anni più tardi e dall’internamento in una casa di salute di Bonn.

Un’esistenza che ora rivive nelle pagine del libro di Valeria Moretti, “Clara Schumann”, che venerdì prossimo, 21 gennaio alle 18:00, presenterà alla Galleria La Nuova Pesa di Simona Marchini a Roma. Un appuntamento in compagnia di esperti e critici musicali, per esplorare l’universo personale e artistico della grande concertista e compositrice tedesca anche attraverso la voce di Giuliana Lojodice che leggerà brani tratti dal testo teatrale a lei dedicato.

Valentina De Simone