Home Notizie di Calcio e Calciatori Pagelle Lazio-Sampdoria: Diakité è una diga, Curci ancora il migliore

Pagelle Lazio-Sampdoria: Diakité è una diga, Curci ancora il migliore

LAZIO

Muslera 6: Chiamato a ben poche uscite. Deve solo mantenersi tra i pali e fermare qualche velleitario tentativo di Tissone.

Lichtsteiner 6,5: Molto attento nelle diagonali e aiuta moltissimo le avanzate. Nel secondo tempo un po’ nervoso.

Dias 6: Si attacca a Pozzi e Pazzini e non li molla.

Diakitè 7: Il migliore dei suoi. Dopo qualche sbavatura iniziale riesce a realizzare la sua miglior gara della stagione non mollando mai Pazzini e annullandolo.

Scaloni 6: Fa il suo dovere, senza avanzare mai e restando fermo al suo posto.

Ledesma 6,5: Nel primo tempo si prodiga tantissimo e dà moltissimo da fare, nel secondo tempo invece è impalpabile.

Brocchi 6,5: Sostanza e qualità nei tentativi sotto porta: diverse volte mette in difficoltà Curci. (32′ st. Gonzales s.v.)

Mauri 6: Non è brillante come sempre, ma riesce ad accendersi in alcune giocate come il tacco nel finale.

Hernanes 5,5: Quasi non pervenuto. Resta in campo nella speranza che possa compiere il miracolo. (45′ st. Foggia s.v.)

Zarate 6: Indubbiamente sempre pericoloso, forse oggi un po’ meno date le sue intenzioni prettamente egoistiche.

Floccari 5: Non è in campo. (32′ st. Kozak 6,5: non solo il goal vittoria ma anche tanta sostanza in difesa andando a difendere la porta dagli avversari).

SAMPDORIA

Curci 7: Sembra di essere monotoni, ma Curci anche stavolta risulta essere il migliore dei suoi. Anche sul goal prova ad arrivarci, ma non può nulla.

Dessena 6: Posizione inedita per lui in questo campionato, rinnovando quanto fatto a Cagliari: purtroppo difende male e non attacca mai.

Volta 6: È attento quanto basta e fa il necessario per bloccare le incursioni avversarie.

Accardi 6: Come il compagno di reparto fa il possibile e va a coprire gli spazi lasciati vuoti da Ziegler.

Ziegler 6,5: Importante nelle incursioni e molto attento nel chiudere le diagonali. Salva diverse volte in area di rigore.

Koman 5,5: Troppo disattento, rischia di perdere troppi palloni e si fa scappare occasioni sontuose. Nel primo tempo a razzo, nel secondo si perde.

Palombo 5,5: Purtroppo l’errore sul goal di Kozak è vitale: per il resto è l’uomo in più per la difesa.

Tissone 6: Finché gli danno la possibilità di giocare lo fa bene: arriva al tiro più volte ed è l’unico che sembra crederci. (22′ st. Poli 5: Restiamo in attesa di capire dov’è finito il giocatore dell’anno scorso)

Guberti 6,5: Si smarca sempre, nel primo tempo è una spina nel fianco. Se tirasse di più potrebbe fare molto male. (30′ st. Mannini s.v.)

Pazzini 6: Nervoso e quasi non pervenuto. Un’ammonizione evitabile e qualche palla da giocare meglio.

Pozzi 5,5: Non è lo stesso di Roma. (25′ st. Macheda s.v.).

Mario Petillo