Morgan: “Voglio riabbracciare mia figlia e cantare con lei”

Quando si tocca il fondo l’unica cosa che si può fare è risalire, con l’impegno, con la determinazione e con la voglia di dimostrare al mondo che una seconda occasione c’è per tutti. Lo sa bene Morgan che oggi, a un anno dal ciclone che lo ha travolto, si concede in un’intervista a ‘Vanity Fair‘ e racconta la sua “risalita”.

Ciò che il cantante desidera ardentemente è recuperare il rapporto con la figlia, la bambina avuta da Asia Argento, riabbracciarla e cantare insieme a lei.

Morgan, adesso, può vedere la piccola sotto gli occhi degli psicologi, i quali hanno confermato il desiderio della bambina di costruire un rapporto con il padre: “Ora che è stata fatta un po’ di luce e di chiarezza sul mio rapporto con la bambina e non si va più a dubitare della mia onorabilità, della mia buona fede e della mia bravura come padre – ha dichiarato il cantante alla rivista – ora che vengo indicato come una persona positiva dagli esperti che mi hanno osservato con mia figlia, basta… Asia ammette davanti agli psicologi che c’è un bel rapporto tra me e Anna Lou, che per la bambina sono importante, che è una crescita per lei stare con me. Allora perché non ci si accorda?”.

E’ questo che si chiede Morgan, ma il suo desiderio più grande rimane avere la possibilità, piano piano, di poter essere padre: “Il poter fare le visite a weekend alterni, essere presente nella vita della figlia con la naturalezza con cui posso andare a trovarla e può venire a trovarmi lei. (…) Quando una persona ha delle depressioni e dei momenti di tristezza come me, sono il primo a non voler coinvolgere una minore o far soffrire una persona che mi vuole bene ed è piccola e non ha gli strumenti per difendersi da questo. Ma voglio che venga rispettato il nostro diritto di poterci frequentare”.

(Fonte: Vanity Fair, foto: cover Vanity Fair, n. 3, gennaio 2011)

Antonella Gullotti