Home Notizie di Calcio e Calciatori

Calciomercato Sampdoria, ufficiale Laczko dal Debrecen

CONDIVIDI

CALCIOMERCATO SAMPDORIA – Con Reto Ziegler prossimo alla cessione al Milan, dove ritroverebbe Antonio Cassano, la Sampdoria ha deciso di preservarsi e acquistare un nuovo terzino sinistro da inserire al posto dello svizzero. Il nome più valido che circolava attorno all’ambiente doriano era quello di Andrea Mantovani, terzino del Chievo, per il quale però Doriano Tosi ha ricevuto risposte negative: ecco quindi che in questa settimana, in un’operazione lampo, si è deciso di puntare Zsolt Laczko, terzino del Debrecen, squadra che la Sampdoria aveva affrontato in Europa League.

Laczko, ufficializzato oggi dalla Sampdoria, già ieri era stato ufficializzato dalla squadra ungherese che annunciava di aver ricevuto 830 mila euro per il 23enne difensore: il giocatore prenderà la maglia numero 18 e sarà a disposizione di Di Carlo a partire da domani in allenamento, dando così la possibilità al tecnico di Cassino di convocarlo già per la gara contro la Juventus di domenica.

Il giocatore conta già 8 presenze nella nazionale maggiore dell’Ungheria nella quale ha debuttato nel 2010 dopo l’esplosione definitiva proprio al Debrecen: prima di arrivare nella squadra dell’Olah Gabor, Laczko era reduce da due esperienze poco positive all’Olympiakos e al Leicester City, squadra attualmente allenata da Eriksson, e solo nel 2008 col Vasas era riuscito a tornare in patria per iniziare una carriera che lo avrebbe portato ad essere uno dei migliori terzini sinistri ungheresi. Il giocatore alla Sampdoria troverà Vladimir Koman, suo connazionale, col quale però non ha mai giocato in nessuna squadra.

Col Debrecen, nel 2010, Laczko aveva vinto tutto il possibile in Ungheria risultando essere sempre titolare con 35 presenze dal 2009 ad oggi e 2 goal. Con la nazionale under 21 invece aveva preso parte ai campionati europei del 2009 riuscendo a collezionare 5 presenze, ovvero le tre del girone, quella degli ottavi e quella dei quarti di finale, dove poi si interruppe la corsa dell’Ungheria. Un investimento, quello della Sampdoria, che ricorda molto quello di Kolarov da parte della Lazio: acquistato ad 800mila euro e venduto a più di 10 milioni al Manchester City.

Mario Petillo