Home Notizie di Calcio e Calciatori Serie A, Inter-Cesena 3-2: succede tutto nel primo tempo, decide Chivu

Serie A, Inter-Cesena 3-2: succede tutto nel primo tempo, decide Chivu


INTER-CESENA 3-2.
Bastano 45 minuti a Inter e Cesena per mettere a segno cinque reti e riscaldare il pubblico di un Meazza piuttosto infreddolito accorso ad assistere al recupero della 16a giornata. Gli uomini di Leonardo vogliono chiudere subito la pratica e tra il 14′ e il 15′ vanno in rete due volte: con Eto’o prima e con Milito poi. L’attaccante argentino al 20′ esce dal campo per un fastidio all’adduttore: Leo non vuole rischiare e lo sostituisce con Biabiany. Il Cesena intanto si riorganizza e, con la complicità della retroguardia nerazzurra, pareggia i conti andando a segno con Bogdani (23′) e Giaccherini (29′). Dopo aver creato altre occasioni, i padroni di casa vanno di nuovo a segno grazie a un colpo di testa di Cristian Chivu allo scadere del primo tempo. La ripresa non riserva le stesse emozioni, il ritmo è decisamente più basso rispetto a quello forsennato della prima frazione. Il solito leone scatenato è Samuel Eto’o che colpisce una traversa. Poi il Cesena rimane in 10 per l’espulsione di Giaccherini ma, nonostante l’inferiorità numerica, riesce a rendersi pericoloso. Il gol però stavolta non arriva e l’Inter porta a casa altri 3 punti raggiungendo in classifica la Roma, scavalcando la Juve e portandosi a -6 dal Milan capolista. E con una gara ancora da recuperare.

PRIMO TEMPO – Le novità nella formazione di Leonardo sono due: in difesa gioca Materazzi al posto di Cordoba, mentre Ranocchia non è nemmeno in panchina perchè già impiegato dal Genoa nel corso della 16a giornata; alle spalle di Eto’o e Milito gioca Pandev e non Stankovic che è arretrato in mediana. Il Cesena gioca con il tridente Jimenez-Giaccherini-Bogdani.
L’Inter parte subito in avanti: al 5′ percussione di Pandev che ci prova con il sinistro dal limite: Antonioli si distende e blocca facile. All’ 8′ ecco il Cesena con Jimenez che prova a soprendere Castellazzi con una conclusione dal vertice sinistro dell’area di rigore, il portiere nerazzurro accompagna fuori con lo sguardo.
Al 14′ Inter in vantaggio con Eto’o: il camerunese dialoga in area con Milito, poi sfugge ai difensori avversari e infila Antonioli con un preciso diagonale.
Non passa nemmeno un minuto che i nerazzurri raddoppiano: altra azione di Eto’o, passaggio intelligente tra le maglie difensive per Pandev che serve in mezzo Milito e per il Principe è quasi un gioco da ragazzi depositare in rete.
Al 19′ Maicon prova con un tiro-cross dalla destra a sorprendere Antonioli, la palla sorvola di poco la traversa.
Al 20′ c’è già la prima sostituzione della partita: esce Milito per un fastido muscolare, entra Biabiany; Leonardo toglie l’argentino per precauzione.
Al 23′ il Cesena accorcia le distanze: Bogdani, servito al centro dell’area, è bravo a stoppare di petto, a girarsi e battere Castellazzi. Un pò addormentata la difesa interista nell’occasione.
Al 29′ arriva, a sorpresa, il pareggio del Cesena: Jimenez serve sul filo del fuorigioco Giaccherini (dimenticato da Materazzi) che al volo mette alle spalle di Castellazzi. L’Inter reagisce: al 33′ Biabiany mette in mezzo per Lucio, il brasiliano va di testa: fuori di poco. Al 40′ bella azione degli uomini di Leonardo conclusa da un esterno sinistro di Chivu con Antonioli battuto, ma Colucci salva sulla linea. Al 42′ Eto’o salta un avversario in area ma poi conclude malissimo col sinistro. Nell’unico minuto di recupero concesso l’Inter torna in vantaggio: cross perfetto di Maicon per la testa di Chivu che mette a segno il terzo gol, quello che vale i tre punti.

SECONDO TEMPO – Si ricomincia con gli stessi 22. Al 1′ c’è un episodio che incide sul bilancio della partita: Giaccherini cade al limite dell’area e viene ammonito per simulazione. Succede poco fino al 15′ quando Eto’o scappa via sulla sinistra e prova il destro dal limite, palla a lato. Al 21′ l’attaccante cameruense colpisce la traversa da due passi al termine di una bella azione manovrata dell’Inter. Due minuti dopo si fa vedere Jimenez con un’iniziativa personale conclusa con un destro da posizione angolata che si spegne fuori. Al 28′ Giaccherini è colto in fuorigioco, ma prosegue l’azione e va a segno: l’arbitro lo ammonisce la seconda volta e lo espelle. Un’assenza pesante per Ficcadenti in vista del ritorno a San Siro domenica prossima contro il Milan. Alla mezz’ora Leonardo sostituisce Biabiany, che era subentrato a Milito, con Obi e l’attaccante francese non sembra prenderla bene. Proprio il neo-entrato, poco dopo, è protagonista di un affondo sul lato sinistro, mette in mezzo per Pandev che spara alto da pochi passi divorandosi così un’occasione colossale. Ficcadenti le prova tutte e inserisce Budan: proprio l’attaccante croato si rende pericoloso subito in due occasioni, prima si inserisce su una palla vagante in area, ma il suo tiro centrale è bloccato da Castellazzi, poi prova un diagonale che si spegne sull’esterno della rete. Leonardo, nonostante, la superiorità numerica, si copre e getta nella mischia Cordoba al posto di Pandev. L’ultimo brivido lo procura ancora Budan nel recupero, ma il suo sinistro si spegne alto sulla traversa.

IL TABELLINO

INTER-CESENA 3-2

MARCATORI: Eto’o (I) 14′, Milito (I) 15′, Bogdani (C) 23′, Giaccherini (C) 29′, Chivu (I) 46′ p.t.

INTER (4-3-1-2): Castellazzi; Maicon, Lucio, Materazzi, Chivu; Javier Zanetti, Cambiasso, Stankovic; Pandev (40′ st Cordoba); Milito (20′ pt Biabiany; 30′ st Obi), Eto’o. (Orlandoni, Santon, Muntari, Mariga). All.: Leonardo.

CESENA (4-3-3): Antonioli; Ceccarelli, Benalouane, Von Bergen, Lauro (19′ st Dellafiore); Parolo, Colucci, Sammarco (24′ st Caserta); Jimenez (32′ st Budan) , Bogdani, Giaccherini. (Calderoni, Pellegrino, Appiah, Malonga). All.: Ficcadenti.

ARBITRO: Russo di Nola.

AMMONITI: Materazzi (I), Benalouane (C)

ESPULSO: Giaccherini al 29′ st per doppia ammonizione

Miro Santoro