Home Spettacolo Cinema Torna il padre di Borat, ma stavolta sarà un dittatore come Saddam

Torna il padre di Borat, ma stavolta sarà un dittatore come Saddam

È uno dei comici più irriverenti e politicamente scorretti del mondo, l’americano Sacha Baron Cohen. Dopo aver dato i natali a personaggi ormai entrati nell’immaginario collettivo come il giornalista cosacco Borat e il reporter gay austriaco Bruno, ora Baron Cohen si appresta a tornare nei cinema nei panni ancora più caustici di un dittatore. Paramount Pictures ha annunciato infatti che la sua nuova commedia, The dictator, sarà distribuita in tutto il mondo l’11 Maggio 2012. Gli studios hanno inoltre annunciato che Larry Charles (già dietro la macchina da presa in Borat e Bruno) ne sarà il regista.

Il film racconta l’eroica storia di un dittatore che ha rischiato la sua vita per assicurarsi che la democrazia non prenda piede nel Paese che sta amorevolmente opprimendo. L’ispirazione viene dal romanzo best seller Zabibah and The King di un certo signor Saddam Hussein. Questo dovrebbe bastare a intuire la mole di polemiche cui il comico americano – come sempre – andrà incontro: tutto ciò che riguarda l’Iraq non è infatti argomento che faccia dormire tranquilli gli americani.

Come Produttori, al fianco di Baron Cohen, troviamo Scott Rudin, Alec Berg, Jeff Schaffer e David Mandel. Questo progetto segna la prima collaborazione tra Rudin (The Social Network, True Grit) e Baron Cohen, mentre Berg, Schaffer e Mandel (Seinfeld, Curb Your Enthusiasm) lo affiancano come sceneggiatori.

The Dictator rappresenta la continua collaborazione tra Baron Cohen e Larry Charles. I due avevano lavorato insieme su Borat e Bruno. Dan Mazer, Ant Hines e Peter Baynham saranno i produttori esecutivi; si riunirà così il prestigioso cast nominato agli Academy Awards e vincitore del Golden Globe per Borat. Todd Schulman sarà co-produttore per la Four By Two Films di Baron Cohen.

Roberto Del Bove