Home Spettacolo Cinema Benigni superato da Zalone: “I comici sono come la scintilla divina”

Benigni superato da Zalone: “I comici sono come la scintilla divina”

”’La vita è bella aveva superato La dolce vita, Ultimo tango a Parigi, Per un pugno di dollari, quindi c’è sempre qualcuno che piu’ avanti si va? Il biglietto ora costa almeno 60 volte in piu’ rispetto a una volta. Io devo ancora andare a vedere Zalone, mancano i miei 7 euro, tanto per cominciare. Faccio gli auguri a Zalone e speriamo che duri molto piu’ di me. Tra l’altro, la categoria e’ quella dei comici, quindi mi avvalgo della facolta’ di essere sempre dentro, e’ parte anche di me. Siamo tutti insieme, no?”.


Intercettato a Roma dall’onnipresente Valerio Staffelli di Striscia la Notizia, così Roberto Benigni ha commentato il fatto che il film del comico pugliese Checco Zalone continui a sbancare i botteghini, oltrepassando, dopo neanche due settimane di programmazione, il suo film Premio Oscar ”La vita è bella”, guadagnandosi così il posto in cima alla vetta dei film che hanno registrato più incassi nella storia del cinema italiano.

Staffelli ha chiesto al regista toscano se ha colto una vena d’ironia nella frase con cui Zalone ha commentato il suo record: (”Chiedo scusa al maestro Benigni. Quando a Hollywood si rincoglioniranno e mi daranno tre Oscar, allora si potra’ dire che l’ho superato”). Benigni nega questa ipotesi e commenta: ”E’ simpatico. I comici non sono cattivi, sono sacri, sono la scintilla divina, come diceva Goethe, lo scrittore tedesco che era originario della Puglia? per fare un omaggio a Zalone”.

Martina Guastella