Home Cultura Arte: Notizie dal mondo dell'Arte

Il fascino senza tempo della capitale negli scatti all’imbrunire dei “Notturni Romani”

CONDIVIDI

Scatti per raccontare l’anima di una città che al buio rivela la sua natura più intima e autentica, fotografie che nell’essenzialità dell’esecuzione catturano la complessità della vita urbana nella quiete della notte.

“Notturni romani”, la mostra in esposizione all’UET, la Scuola Universitaria Europea per il Turismo di Roma, fino al 29 aprile 2011, è un itinerario fotografico per le strade della capitale che, nell’oscurità, amplifica il suo fascino millenario, la sua ineffabile bellezza.
Sei autori, Michela Bianchini, Loreto Cardarelli, Loredana Cavallaro, Silvia Mastrogiovanni, Corrado Maria Miggiano e Elisa Onorati, che con sensibilità visiva compongono un ritratto inedito di Roma grazie ad istantanee, di diversi formati, minuziose e precise nella cura dei dettagli. Bagliori elettrici a illuminare i monumenti simbolo della città eterna, particolari sottratti alla distrazione del tram tram quotidiano, riflessi cangianti che, dalle acque del Tevere, inondano lo spazio circostante, ridisegnando le geometrie cittadine.

Dopo l’esplorazione nell’universo femminile con la retrospettiva “Eclissi – ritratti fotografici di donne universali” di Marco Appugliese e i lavori di Francesca Nuzzo sulla condizione delle donne afgane, l’UET prosegue il suo viaggio nell’arte fotografica con una passeggiata capitolina al chiaro di luna. Perché, come scriveva Jean Cocteau, «è di notte che si vede come è fatta una città».

Notturni Romani – Passeggiando una notte per Roma
fino al 29 aprile 2011,
dal lunedì al venerdì 10-18
UET Roma, Via Crescenzio 43

Per informazioni:
tel 06.68805845 – 06.6832308
info@uetroma.it
fotoinmostra@tiscali.net

Valentina De Simone