Incontri sessuali on line: un’inchiesta fa il punto

Facebook fa bene all’amore? Da un messaggio online a un rapporto sessuale, dal vivo, passa pochissimo tempo. Complici i social network come Facebook che sono i nuovi ‘cupidi’ dell’amore. A rivelarlo è una ricerca pubblicata dalle riviste Shape e Men’s Fitness che ha coinvolto 1.200 persone. Quattro donne su 5 e tre uomini su 5 sono convinti che i social network facciano evolvere più velocemente i flirt sessuali. Il 70% delle donne ammette di usare questi mezzi per vagliare nuovi possibili partner. Stessa cosa fa il 63% degli uomini.

Prima del Web aveva fatto lo stesso il telefono cellulare, che resta, comunque, ancora importante nell’evoluzione sessuale di molte nuove coppie. Gli uomini, per esempio, usano gli sms il 39% in più rispetto alle telefonate per comunicare con la propria amante. Messaggini hot ad ogni momento della giornata. Le donne il 150% in più.

Molti studiosi aveva studiato il gradimento verso Facebook visto come ‘rafforzatore’ dei legami sociali. Addirittura ne ha parlato il Papa. Il social network più famoso, quindi, diventa territorio di caccia prediletto. Come cambiano i tempi!

Bisogna, però, fare molta attenzione. Non sempre il sesso on line è tranquillo e si può sempre incappare in qualche tipo strano. È notizia di ieri che un disoccupato milanese è stato arrestato per reati di carattere sessuale nei confronti di ragazze che incontrava in chat. L’uomo prendeva contatti con queste donne guadagnandosi la loro fiducia e proponendo sesso virtuale. Subito dopo cominciava a ricattarle con le immagini che riceveva attraverso la web-cam. In alcuni casi l’uomo ha anche incontrato alcune donne e ha filmato i loro rapporti sessuali.

Cosmo de La Fuente