Al Teatro Comunale di Gubbio un “Ladro di razza” tragicomico con Francesca Reggiani, Rodolfo Laganà e Francesco Pannofino

Serata unica all’insegna della comicità, mercoledì prossimo, al Teatro Comunale di Gubbio, con Francesca Reggiani, Rodolfo Laganà e Francesco Pannofino interpreti d’eccezione di “Ladro di razza” di Gianni Clementi, con la regia di Stefano Reali.

Tiberio, un modesto ladro e truffatore, abituato ad inventarsi la vita, esce dal carcere dopo aver scontato l’ennesima pena. Non potendo tornare a casa dei suoi per sfuggire ad un usuraio noto per la sua crudeltà, trova rifugio nella catapecchia di Oreste, suo amico d’infanzia, che lavora come operaio nelle fornaci di Valle Aurelia. Bisognoso di denaro per placare l’ira del “cravattaio”, Tiberio conosce casualmente una ricca zitella ebrea, Rachele, che vive da sola in un lussuoso appartamento del ghetto e comincia così a corteggiarla. Dopo un’estenuante resistenza della donna, il furfante, finalmente entrato nelle sue grazie,  comincia ad architettare il furto con l’amico fornaciaro. Catapultato, però, di colpo in un episodio storico dirompente, Tiberio, fin’allora opportunista e vigliacco, riscoprirà dentro di sé un inaspettato coraggio che lo porterà ad un grande riscatto.

Ispirato alla grande tradizione del cinema neorealista, lo spettacolo indaga in chiave tragicomica uno dei momenti più bui della nostra storia, il rastrellamento nazista degli ebrei del ghetto di Roma, all’alba del 16 ottobre 1943, alternando parentesi di riflessione e commozione a momenti di esilarante comicità. Risate e lacrime per raccontare gli inganni e le illusioni di un’Italia prostrata dalla guerra ma ancora capace di sussulti d’orgoglio e d’onore.

Ladro di razza
di Gianni Clemente
regia di Stefano Reali

2 febbraio 2011 ore 21
Teatro Comunale di Gubbio

Valentina De Simone