Furto museo “Fidia”: recuperate 18 sculture di Alfiero Nena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:05

Gli agenti della squadra mobile della questura di Roma hanno recuperato 18 opere d’arte di Alfiero Nena, rubate alcuni giorni fa dall’ex museo dell’associazione culturale “Fidia”, a Roma. I ladri hanno forzato la grata di una finestra per entrare nella sede dell’associazione in via del Frantoio e portare via una decina di statue, il cui valore complessivo è di circa centomila euro. Le sculture sono state trovate dalla polizia in un’abitazione fatiscente, poco distante dal museo. La casa appartiene a un uomo di 32 anni di origine siciliana, che è stato denunciato per ricettazione di opere d’arte.

Erano circa le ore undici del 24 gennaio quando lo scultore Alfiero Nena, ha notato la grata di una finestra del museo divelta. Nella notte i ladri si sono portati via 25 sue opere, per un valore di oltre 120.000 euro. Altre sculture, che i ladri non sono riusciti a rubare, con ogni probabilità a causa delle dimensioni, sono rimaste nel museo e presentano parecchi danni.

Al momento dell’ingresso nell’abitazione, gli investigatori hanno notato la presenza sotto un tavolo di alcune sculture in metallo. L’uomo e la sua convivente non hanno saputo dare alcuna spiegazione circa la provenienza delle opere: lei ha affermato di averle trovate al rientro a casa, lui, invece, di averle scoperte in un giardino limitrofo. In effetti, tre statue erano nel prato confinante, da dove, con molta probabilità, non erano state spostate per il peso.

Le indagini hanno consentito di recuperare le sculture prima che potessero essere rivendute a eventuali estimatori interessati all’acquisto. Gli investigatori continuano a lavorare per risalire agli autori del furto e dei danneggiamenti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!