Elisa Benedetti: trovato cadavere della ragazza scomparsa a Perugia


È stata trovata morta la ragazza misteriosamente scomparsa a Perugia.

Elisa Benedetti, studentessa di 25 anni, aveva subito un lieve incidente stradale durante la notte tra sabato e domenica scorsa.

A bordo della Fiat Punto anche una sua amica, scesa in seguito al tamponamento per discutere con i conducenti dell’altra auto.

Elisa si era allontanata da sola con la macchina, e dopo qualche istante gli operatori del 112 ricevevano una telefonata: “Mi hanno violentata”, diceva la ragazza, prima che la batteria del cellulare si scaricasse.

L’auto era stata ritrovata ieri, e questa mattina il cadavere, quasi completamente sporco di fango, è stato rinvenuto a quasi un kilometro di distanza.

I vigili del fuoco di Perugia e alcuni parenti della ragazza erano impegnati nelle ricerche. “Siamo stati noi a trovare, lungo il percorso che va dall’auto di mia nipote al luogo dove è stato trovato il suo corpo, la sua cuffietta di lana viola. Poi dalle comunicazioni che sentivamo arrivare dall’elicottero dei Vigili del fuoco abbiamo capito che era stata individuata una sagoma e che non c’era più niente da fare”, ha riferito lo zio.

Dalle prime rilevazioni, sembra che non vi sia alcun segno di violenza sul cadavere di Elisa, anche se saranno gli esami autoptici a stabilire le ragioni della sua morte.

In seguito ad una serata trascorsa in discoteca, le due amiche avevano conversato per qualche istante con alcuni ragazza nordafricani ai quali avevano dato il proprio numero di cellulare. Alcune telecamere confermano, comunque, che le due auto avevano preso, in seguito, direzioni diverse.

L’amica di Elisa, che aveva denunciato il misterioso allontanamento della giovane, è stata interrogata ma è ancora in evidente stato di shock.

Gli esami confermeranno i motivi del decesso e se vi sia stata assunzione di sostanze stupefacenti.

I carabinieri tengono a debita distanza giornalisti e curiosi dal luogo dell’incidente.

Carmine Della Pia