Protosound annuncia Non Credo, il nuovo brano di Adriana Spuria

Protosound annuncia il nuovo brano di Adriana Spuria, cantante siciliana attiva sin dall’età di 17 anni: si tratta di Non Credo. La Spuria stavolta presenta un brano dal testo forte e con una melodia soffusa alternata in maniera ad una grinta rock: di gradita fattura è anche il video ufficiale prodotto per la canzone, che dimostra anche una grande capacità da parte della cantautrice nell’elaborazione artistica. Nel 2008, tral’altro, a conferma di ciò, aveva prodotto un EP, il cui singolo “Una Donna” era riuscito ad entrare nella top ten dei brani più graditi dalle radio, la Indie Music Like curata dal MEI, mentre il video riuscì ad entrare in finale nei due prestigiosi premi PIVI e PIMI.

Di seguito vi riportiamo il comunicato ufficiale dell’agenzia stampa per il nuovo brano di Adriana Spuria, Non Credo.


“Non Credo” e’ un brano che racconta le emozioni e le considerazioni che si fanno quando finisce una relazione d’amore. Un’ atmosfera a tinte forti, soffuse e rock allo stesso tempo. Un brano che nasce dall’ispirazione swing jazz degli anni 40, portato con fascino unico in un mondo cantautorale e indie-rock. Un addio che in realta’ sembra un’ invocazione per un ritorno.

IL VIDEO

Il video sposa totalmente il glamour con l’arte; da qui la scelta della location dell’art hotel atelier di Fiumara d’arte (www.ateliersulmare.it , albergo e museo d’arte contemporanea dove ogni stanza e’ stata dipinta concepita e progettata da un artista contemporaneo di fama mondiale). Un video splendido in cui le immagini glamour non sono caratterizzate dalla tipica plasticita’ fashion, ma ammorbidite da una verita’ del colore insita nel concept del video stesso. Guest star del video e’ Sarah Nile, la protagonista del gf 10, personaggio outsider  (fece scalpore la storia del bacio con Veronica). Il video parla della fine di una storia d’amore in cui l’interpretazione lascia spazio alla fantasia e la possibile fine di una storia tra due donne e’ trattata con la massima raffinatezza, senza eccedere in rappresentazioni ostentate di una omosessualita’ che troppe volte viene trattata come un fenomeno circense costellato da continui outing spesso ridicoli e strumentali atti solo a vendere spettacolo. Una storia normale a tinte forti come il brano, con vari cambi di set e look.

L’ALBUM

“IL MIO MODO DI DIRTI LE COSE” e’ un album che parla sostanzialmente d’amore in tutte le sue canzoni. Musicalita’ raffinata e di gusto con una ricerca stilistica impegnata nel sound e nella concezione delle parti melodiche; sempre molto piacevole da ascoltare con ritmi a tratti molto cool che riconducono agli anni 90 del british pop e a tratti negli anni 70 con i colori di quel rock e di quel folk (soprattutto per cio’ che riguarda l’uso delle chitarre nei suoni) e di quel pop italiano più raffinato. Un tocco di atmosfera anglosassone elettrica ed elettronica e la voce di Adriana che insegue sonorità molto personali e riconoscibili e che è sicuramente caratterizzata dalla sensualità. Un disco accattivante nella ricerca del suono, che omaggia maestri come Sade, Carol King, Everything but the girls, Morcheeba, Portished e Mina (della quale è stata reinterpretata “Un colpo al cuore”).La produzione è stata affidata in parte a Tony Carbone, ex bassista dei DENOVO mitico gruppo pop catanese degli anni 90 , e ad Andrea Romano, Toti Valente, Giuseppe Sindona, Lorenzo Urciullo;  praticamente gli Albanopower, gruppo indie della scena siracusana molto affermato appunto tra i gruppi indie degli ultimi anni. Masterizato da claudio giussani al Nautilus di Milano.

?Mario Petillo