Peta: nuovo spot a luci rosse con gli ortaggi

L’impegno della Peta (People for the Ethical Treatment of Animal, ndr) è riconosciuto a livello internazionale.

L’associazione animalista, che da anni opera per contrastare gli allevamenti intensivi, la vivisezione, l’uso di alcune specie per ricavarne pellicce e tutte quelle pratiche basate sullo sfruttamento di qualsiasi tipologia di animali, è altrettanto famosa per l’aggressività delle sue campagne pubblicitarie che si basano su un utilizzo dei media a tutto tondo, senza badare più di tanto al politically correct.

Tra i casi che si ricordano più facilmente, vi è quello risalente allo scorso anno in cui in occasione del Superbowl, la tv americana Nbc si rifiutò di mandare in onda uno spot in cui due ragazze sensuali e poco vestite dichiaravano di preferire i vegetariani perché farebbero meglio l’amore rispetto a chi consuma carne.

In linea con la filosofia vegana promossa in quel video, è anche la nuova pubblicità da poco realizzata dalla Peta. Il messaggio rimane sempre lo stesso – meglio mangiare la verdura e la frutta che la carne – ma, se possibile, la realizzazione scenografica dello spot è ancora più provocante.

In un’ambientazione che somiglia molto a quella di un film a luci rosse, si alternano le immagini di ragazze avvenenti in bikini che giocano con numerosi ortaggi. L’allusione alle pratiche sessuali è volutamente palese: zucchine, cetrioli, pannocchie, cavolfiori, melanzane diventano tutti strumenti per ammiccare agli spettatori che, proviamo a scommettere, non saranno pochi.

Probabilmente nemmeno in questo caso la pubblicità troverà spazio in tv, specie nella madrepatria degli hot dogs, ma rimane la sensazione che da domani la Peta avrà acquisito qualche simpatizzante in più.

Il video dello spot con gli ortaggi, pubblicato da Repubblica Tv.

S. O.