Polanski ritrovato

Secondo quanto riferito ieri lunedì, dal giornale Le Parisien, Roman Polanski, il cineasta 77enne franco – polacco ha iniziato, a Parigi, le riprese di ‘Carnage’, l’adattamento dell’opera  teatrale ‘Le Dieu du Carnage di Yasmina Reza. Sarà una nuova pellicola dopo la messa in libertà con relativo  rilascio, nel luglio scorso, dagli arresti domiciliari avuti dal Tribunale Penale  di Zurigo,  per ben sette mesi.  

È bene ricordare che se anche l’azione di ‘Carnage’ si svolgerà a  New York,  gli  arredi concernenti la città verranno tutti ricreati  sul  set parigino. Infatti secondo il medesimo giornale, le riprese del film sono iniziate in un sobborgo, a nord di  Parigi, dove si trovano gli studios di Bry sur Marne. 

Anche se, alla fine, la Svizzera ha respinto e rigettato la sua estradizione negli Stati Uniti, la giustizia  nord americana continua a reclamare  e puntualizzare che il regista, nel lontano 1977,  ha avuto  delle relazioni sessuali con un’allora minorenne di  13 anni.  

Come protagonisti del suo nuovo lungometraggio, Polanski può  contare su  interpreti di fama internazionale, nomi che vanno da  Kate Winslet a Jodie Foster, da Matt Dillon a John C. Reilly fino a Christoph Waltz, vincitore, nella scorsa edizione, del premio Oscar  come miglior attore  non protagonista per il film “Inglorious bastards”.

La storia tratta di  due coppie di sposi che s’incontrano per parlare della recente zuffa che hanno avuto i loro figli in un parco. Ma l’incontro, che si doveva svolgere in maniera civile, si complicherà in maniera drammatica.  L’opera di  Yasmina Reza, nella versione spagnola era stata recitata da Maribel Verdù, Aitana Sànchez Gijòn, Pere Ponce e Antonio Molero.

Il veterano regista inoltre, il prossimo 25 febbraio, andrà  alla cerimonia per la consegna  dei  Premi César a Parigi  dal momento che la sua pellicola più recente, uscita nei cinema ed intitolata ‘The Ghost Writer’, è candidata ad otto statuette dall’ Accademia del cinema francese. Con questa pellicola Roman Polanski ha vinto, un anno fa, l’ Orso d’Argento come miglior regista al Festival di Berlino.

Maria Luisa L. Fortuna