Iva Zanicchi racconta il Cav: “E’ un uomo solo, un uomo come tutti”

E’ stata fra le protagoniste “mediatiche” della scorsa settimana, con la sua apparizione nella puntata del L’Infedele nella quale, intervenendo telefonicamente, Berlusconi l’aveva invitata a lasciare “quel postribolo” di trasmissione. E lei, stoica, resistette. E’ Iva Zanicchi, volto Mediaset da decenni e parlamentare europea, ovviamente, per il Pdl. La sua voce è quella di chi conosce il premier prima di tutto dal punto di vista personale, lavorativo. E scandaglia, spesso, nel suo animo.

Berlusconi è un uomo profondamente solo. La morte della mamma è stata per lui un colpo letale. Subito dopo ha perso anche la sorella. Lui aveva un legame fortissimo con la madre. Me lo diceva anche lei, Rosa: ‘Silvio è un uomo solo’. Non aveva torto”, spiega la Zanicchi al setttimanale Gioia.

“Non so quanti gli vogliono veramente bene“, aggiunge la cantante. “Per compiacerlo sono disposti a tutto ma poi, finita la manfrina, se ne vanno a casa e lui rimane solo. Succedono anche ai grandi artisti. Io ho fatto tournèe in tutto il mondo, folle adoranti in Giappone, Russia, poi torni in albergo e ti ritrovi sola come un cane. Anche Vasco lo dice spesso”.

I complimenti, tuttavia, arrivano. E da parte sua, della Zanicchi, non potrebbe essere altrimenti, sebbene declinandoli in un certo modo, un po’ malinconico. “Il presidente a modo suo è un artista. E, anche se ha una marcia in più, in fondo è un uomo come tutti“.

v.m.