Pedofilia in Svizzera: “Ho abusato di 114 bambini in 29 anni”


Incastrato un pedofilo che confessa: “Ho abusato di 114 bambini in 29 anni”.

E’ quanto accaduto in Svizzera, un operatore sociale di 54 anni è stato arrestato a seguito di un indagine avviata nel marzo 2010.

Abusi sessuali ai danni di 114 bambini, prevalentemente maschi, qualcuno disabile: il più piccolo aveva un anno, all’epoca dei fatti.

L’uomo prestava servizio come operatore sociale presso vari istituti, sia in Svizzera, sia in Germania. La procura della regione di Berna Mittelland rende nota la notizia terrificante: vittime in maggioranza maschi, disabili mentali o fisici.

Circa tre quarti dei casi confessati sono già caduti in prescrizione, la torbida vicenda è venuta alla luce dopo che due ospiti di un istituto per disabili avevano confidato ai genitori le attenzioni sessuali e i contatti fisici avuti con l’operatore.

Era il marzo del 2010, e, in seguito alle indagini della polizia cantonale, i sospetti si sono concentrati sull’uomo, che è stato, poi, arrestato verso i primi giorni dell’aprile successivo. Il maniaco, in carcere dall’anno scorso, si definisce un pedofilo e mostra collaborazione con gli inquirenti.

Le vittime, si parla di 114 bambini tra cui disabili fisici e mentali, sono state violentate nell’arco di quasi trent’anni, durante le ore di lavoro e presso gli istituti svizzeri e tedeschi presso cui prestava servizio.

Il processo verterà su due capi d’accusa: abusi sessuali e atti di carattere sessuale con persone prive della capacità di intendere.

L’opinione pubblica è sconvolta, la vicenda è stata resa nota solo ora, a distanza di un anno, dalla procura della regione di Berna Mittelland, e crea anche un precedente: in Svizzera, non si registra un altro caso di pedofilia con un maniaco accusato di così tanti abusi sessuali.

Carmine Della Pia