Rapina di Qualiano: il terzo rapinatore si costituisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:49


Si è costituito il terzo rapinatore coinvolto nel colpo al supermercato Crai di Qualiano, Napoli.

Sabato scorso, due banditi avevano tentato un furto presso un supermarket, ma l’epilogo si sarebbe rivelato amaro per i due giovanissimi: la lite con una guardia giurata e il figlio carabiniere, presenti ma non in servizio, terminava con una sparatoria in cui perdevano la vita entrambi i ladri.

Gli inquirenti erano convinti che i due, di ventiquattro e sedici anni, siano giunti al Crai con un motorino guidato da un terzo, senza avere le prove necessarie. Vedendo tv e leggendo i giornali, che raccontavano dell’intera vicenda, sospetti compresi, Felice Spavento si è consegnato alla polizia, confessando, “Sono io il complice dei due rapinatori di Qualiano. Ero io in sella a quel motorino. Ho accompagnato io Lello Topo e il giovane Domenico Volpicelli”.

Gli inquirenti indagavano soprattutto sul cerchio delle amicizie più strette dei due giovanissimi malviventi, così l’indagine termina prima del previsto e con una confessione spontanea: fino al momento in cui Spavento si costituiva, non era né sospettato, né ricercato.

Il terzo rapinatore venne già arrestato e condannato a quattro anni e mezzo per associazione a delinquere e due rapine commesse a Villaricca e, ancora, a Qualiano.

Secondo le prime indagini, il ragazzo controllava paranze, ovvero grandi gruppi di rapinatori, riuscendo a gestire i colpi da mettere a segno.

Spavento ha fornito vaghi dettagli su quanto accaduto sabato scorso, e da qui parte il sospetto che uno dei ruoli ricoperti sia proprio quello di gestore delle rapine, organizzatore di furti a opera, poi, di balordi sempre più giovani. Si pensa, infatti, che il ragazzo badi a troppi colpi da portare a termine.

Dopo il sedicenne morto nel corso di una rapina presso una ricevitoria di via Foria, centro di Napoli, meno di un mese dopo, un coetaneo ha subito la stessa tragica sorte.

Carmine Della Pia

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!