“Rossella”: riassunto quinta puntata

Ieri 1° febbraio è andata in onda la quinta puntata di “Rossella”, la seguitissima fiction di RaiUno interpretata dagli attori protagonisti Gabriella Pession e Giuseppe Zeno. I telespettatori incollati al piccolo schermo sono sempre numerosissimi, merito, evidentemente, della trama avvincente e ben interpretata. Ma come si sta evolvendo la vicenda? Per chi non ha potuto seguire la puntata di ieri, offriamo qui un breve riassunto.

La storia tra Rossella (Gabriella Pession) e Giuliano (Giuseppe Zeno) ormai è in crisi. La donna non riconosce più il suo uomo e si lascia andare tra le braccia di Riccardo (Danilo Brugia). La scoperta di questa relazione nascosta, manda Giuliano su tutte le furie tanto da spingerlo a violentare la moglie Rossella. La governante informa dell’accaduto Riccardo, che, vista la situazione, invita la donna a fuggire con lui a Parigi. Rossella in un primo momento rifiuta la proposta del medico, ma alla fine accetta e si porta con sé anche la figlia Angelica con la speranza di poter voltare pagina e iniziare una nuova vita.

Giuliano ovviamente non accetta tale decisione, anche perché non sopporta l’idea che sua moglie sia tra le braccia di un altro uomo, così si mette a cercarli e chiede aiuto a Sophie, l’ex moglie di Riccardo, la quale dichiara di poter sapere dove i due si siano rifugiati: nella cosiddetta “casa dell’amore”, come soleva definirla Rossella. Grazie a questa informazione i carabinieri riescono a trovare i fuggiaschi: Riccardo viene gravemente ferito nel tentativo di far scappare Rossella, la donna viene arrestata e Angelica riconsegnata al padre.

I genitori Pietro e Olimpia cercano di far uscire la figlia dalla prigione, ma il giudice Carlo si oppone. Intanto Giuliano non è più gradito nella loro casa e deve, quindi, cercare un’altra abitazione. Così chiede a Sophie di ospitarlo. Intanto quest’ultima non è riuscita a tenere il segreto e ha confidato a Riccardo di essere stata lei la spia che ha permesso il loro ritrovamento. L’uomo non è riuscito ad accettare il tradimento e Sophie per farsi perdonare decide di accettare la proposta di Giuliano solo se quest’ultimo ritira la denuncia nei confronti di Riccardo.

Intanto Rossella è accusata di adulterio, allontanamento dal tetto coniugale e sottrazione di minore. Giuliano nella sua testimonianza non fa altro che infangare la donna mostrandosi come l’unica vittima della vicenda. Olimpia, però, approfitta del debole che lo zio Cesare ha nei suoi confronti per aiutare la figlia. Lo ricatta, infatti: se non assolverà Rossella, rivelerà a tutti gli abusi che ha subito in passato dall’uomo. Cesare, però, in cambio vuole un ultimo rapporto sessuale e al rifiuto della donna la strangola. Il procuratore lo aiuta a nascondere il cadavere.

Scoperta la morte di Olimpia, tutti pensano al suicidio ma Pietro e Rossella non credono a questa versione dei fatti. Le indagini, infatti, danno credito ai loro dubbi: Olimpia è stata uccisa per strangolamento.

Intanto arriva la sentenza penale: Rossella è condannata a quattro anni di carcere e viene rinchiusa in un convento di suore.

La vicenda è ormai al termine, mancano, infatti, solo due puntate alla fine della fiction. Intanto attendiamo con ansia la sesta.

Simona Leo