Serie A, Chievo-Napoli 2-0: Moscardelli e Sardo mandano ko gli azzurri


CHIEVO-NAPOLI 2-0.
Una grande occasione sprecata. E’ quella del Napoli, che esce sconfitto dal Bentegodi da un ottimo Chievo e fallisce così l’avvicinamento alla vetta, che adesso è poco più lontana, distante 5 punti. La squadra di Mazzarri delude molto nella fredda serara veronese, è messa sotto fin dall’inizio dall’organizzatissima formazione di Pioli e torna a casa (meritatamente) a mani vuote. Una per tempo le reti dei padroni di casa: nella prima frazione c’è la grande realizzazione di Moscardelli, nella ripresa il raddoppio di Sardo. Ancora Moscardelli nei minuti finali fallirà l’occasione del 3-0 e poi verrà sostituito in lacrime per l’errore commesso pochi istanti prima. Una vittoria importante per i clivensi che fanno un ulteriore passo verso la conquista della salvezza, mentre il Napoli resta al secondo posto.

PRIMO TEMPO – Nel Napoli c’è Zuniga a sostituire lo squalificato Lavezzi. Nel Chievo in attacco la coppia Pellissier-Moscardelli.
Comincia meglio il Chievo che già al 5′ va vicino al vantaggio: cross di Moscardelli per la testa di Sardo che manda fuori di poco. Al 14′ gialloblù ancora pericolosi sulle palle alte: sugli sviluppi di un corner sponda di Fernandes per Mandelli che gira sul fondo di pochissimo. E’ il Chievo a far vedere le cose migliori e ad andare meritatamente in vantaggio al 20′: lancio di Pellissier per Moscardelli, controllo in area e sinistro a giro sul secondo palo dove De Sanctis non può arrivare. Davvero un bel gol.
Il Napoli tenta una reazione allo svantaggio, ma il Chievo si difende bene e riparte velocemente. Al 38′ lancio in profondità a servire la corsa di Pellissier, esce alla disperata De Sanctis al limite, poi Moscardelli liscia il pallone con la porta vuota. Nel finale di tempo arriva l’unica occasione per il Napoli: c’è uno svarione difensivo del Chievo, ma Cavani non ne approfitta e calcia fuori dal limite dell’area con la porta vuota perchè Sorrentino era scivolato.

SECONDO TEMPO – Mazzarri prova la carta Lucarelli al posto di Zuniga. Ma al 5′ il Chievo raddoppia: percussione di Sardo che fa fuori due avversari, entra in area e fulmina De Sanctis. Difesa partenopea un pò addormentata.
Il Napoli continua a essere sterile, il Chievo invece, forte del 2-0, prova a pungere in contropiede: tra il 17′ e il 19′ Pellissier va due volte vicino al gol, prima con un rasoterra da fuori e poi spreca una grande occasione dall’interno dell’area partenopea. Al 23′ ci prova ancora uno scatenato Sardo, che salta due uomini e prova con l’esterno dalla distanza, De Sanctis blocca in due tempi. Due minuti più tardi si fa vedere il Napoli con una conclusione dal limite di Hamsik bloccata da Sorrentino. Al 35′ l’occasione che rispecchia la serata no del capocannoniere Cavani: cross di Maggio dalla destra e l’uruguaiano tutto solo di testa manda fuori. Al 38′ altro efficacissimo contropiede clivense concluso da Moscardelli che manda sul fondo dopo una ribattuta di Cannavaro su Pellissier. Al 41′ ancora Moscardelli sbaglia l’occasione della vita: l’azione nasce da un contropiede, la palla arriva a Constant che mette in mezzo per l’attaccante ex Triestina che spara alto sulla traversa a pochi passi da De Sanctis. Moscardelli verrà sostituito un minuto dopo da Granoche e in panchina scoppia in lacrime. Ma non è necessario abbattersi: i suoi compagni tengono botta anche per i lunghi 6 minuti di recupero concessi dall’arbitro e portano a casa tre punti meritatissimi.

IL TABELLINO

CHIEVO-NAPOLI 2-0
(Primo tempo 1-0)

MARCATORI: Moscardelli al 20′ p.t.; Sardo al 5′ s.t.

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Sardo, Andreolli (dal 33′ st Cesar), Mandelli, Jokic; Mantovani, Rigoni, Fernandes; Bogliacino (dal 13′ st Constant); Moscardelli (dal 40′ st Granoche), Pellissier. (Squizzi, Guana, Thereau, Pulzetti). All.: Pioli.

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Cannavaro , Campagnaro, Aronica; Maggio, Gargano (dal 13′ st Sosa), Pazienza, Dossena, Zunica (dal 1′ st Lucarelli), Cavani, Hamsik (dal 36′ st Dumitru ). (Iezzo, Santacroce, Cribari, Sosa, Blasi). All.: Mazzarri.

ARBITRO: Orsato di Schio.

AMMONITI: Rigoni (C), Pazienza (N) e Cannavaro (N) per gioco scorretto; Cavani (N) per proteste, Sardo (C) per comportamento non regolamentare.

Miro Santoro